Sport

Lo sport non è solo disciplina, allenamento e competizione. Lo sport è prima di tutto solidarietà, onestà e rispetto per gli altri. Questi sono i valori che vogliamo promuovere sul territorio, insieme alle associazioni sportive. Valori che permettono alle persone più povere e a quelle escluse dalla società di riscattarsi.

Una sfida che si articola in tre grandi eventi: la Fifa World Cup 2014, l’EXPO 2015 e i Giochi Olimpici di Rio 2016. Il nostro obiettivo è coinvolgere, sensibilizzare e mobilitare il maggior numero di cittadini, le istituzioni e tutti i protagonisti del mondo sportivo. Il fine è quello di sostenere i nostri progetti rivolti a milioni di persone che, in molte parti del mondo tra cui anche in Italia, soffrono ancora la fame e vivono in condizioni di esclusione sociale e povertà.

Questi progetti sono realizzati grazie alla collaborazione con il CONI (Comitato Nazionale Olimpico Italiano); al coinvolgimento delle Federazioni italiane di rugby, nuoto, ciclismo, pallavolo, atletica leggera, calcio, pugilato, ginnastica e canottaggio; e grazie alla collaborazione con alcuni enti di promozione sportiva, come UISP (Unione Italiana Sport Per tutti) e AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport). Infine, sono stati realizzati anche grazie al supporto dei nostri partner media, tra cui la RAI, che si sono impegnati a diffondere il nostro messaggio di solidarietà.

A marzo 2015 è partito un nuovo progetto chiamato Lavoro di Squadra promosso dalla nostra organizzazione e da Fondazione Milan, in partnership con AXA Cuori in Azione e con il supporto operativo del Centro Vismara. Fino a febbraio 2016, questo progetto ha coinvolto giovani dai 15 ai 24 anni, residenti nella Zona Milano Gratosoglio, in un percorso gratuito fatto di attività motoria e sportiva di qualità: un allenamento motivazionale per contribuire all'attivazione di giovani NEET (Not in Education, Employment or Training), ragazzi esclusi dall’istruzione e dal lavoro. Perché la pratica sportiva può essere una risposta efficace contro la sfiducia, il rischio di esclusione e di disagio sociale. Se impostata correttamente, lo sport aumenta l'autostima e la fiducia in sé stessi, sviluppa lo spirito di squadra e di collaborazione e aiuta a ragionare per obiettivi, motivando i ragazzi a raggiungerli e educandoli a affrontare la vita. In seguito al successo riscontrato a Milano, nel 2017 abbiamo avviato il progetto anche nel Sud d'Italia coinvolgendo 96 ragazzi che vivono in quartieri a rischio nelle Città di Bari e Reggio Calabria.

Calendario Eventi

    Ricerca Veloce