Scorri la pagina

Fai crescere l'Italia del Futuro

Sostieni i progetti di ActionAid!

l’Italia del futuro è a rischio

Scuole inadeguate, abbandono scolastico, emarginazione sociale. In Italia migliaia di bambini rischiano di non ricevere l’istruzione che meritano.

Ci sono alcune città dove la situazione è particolarmente grave. Non viene rispettato il diritto di ricevere un’istruzione adeguata, la mancanza di fondi, le strutture fatiscenti e i contesti difficili in cui gli istituti sono inseriti mettono seriamente a rischio l’istruzione di tanti bambini.

L'intervento di ActionAid

Lavoriamo da oltre 25 anni in ogni zona del mondo per sconfiggere le cause della povertà. 
Dal 2013 siamo presenti anche in Italia e abbiamo iniziato a supportare le scuole nelle città di Reggio Calabria, L’Aquila, Bari e Napoli.

Cosa abbiamo fatto per costruire l’Italia del Futuro?

  • Coinvolto 2.800 studenti e 180 insegnanti in percorsi didattici sul diritto al cibo e attività anti spreco;
  • Attivato una commissione mensa e 1 orto didattico;
  • Garantito la mediazione linguistica e culturale a 240 studenti con circa 620 ore erogate e garantito l’abilitazione per una scuola (5 insegnanti) all’insegnamento della lingua italiana a stranieri;
  • Garantito il diritto allo studio a ragazzi provenienti da famiglie in situazioni di disagio socioeconomico tramite l’acquisto di 300 libri, l’acquisto di buoni mensa per 10 ragazzi per un anno scolastico e garantito il doposcuola a 13 ragazzi;
  • Coinvolto 581 studenti  in percorsi didattici per sradicare gli stereotipi di genere tramite kit didattici e percorsi teatrali o sportivi;
  • Attivato un consiglio cittadino dei bambini e delle bambine coinvolgendo 130 studenti;
  • Lavorato per supportare 194 ragazzi con attività di orientamento allo studio;
  • Coinvolto 43 studenti in attività di conoscenza del proprio quartiere;
  • Coinvolto 450 studenti nella pratica sportiva;
  • Coinvolto 250 studenti in attività di teatro;
  • Coinvolto 500 studenti e 270 tra genitori e cittadini con azioni volte alla ricostruzione delle scuole a L’Aquila;
  • Coinvolto 13 associazioni in attività di co-progettazione dell’utilizzo di uno spazio scolastico (palestra);
  • Organizzato incontri con le mamme di Reggio Calabria per valutare il tipo di servizi necessari e farne richiesta al Comune.