Scorri la pagina

Repubblica Democratica del Congo

Un paese in cui la forte instabilità economica e politica distrugge vite umane.

Repubblica Democratica del Congo

Oltre alle migliaia di morti provocate dal conflitto degli anni scorsi, il clima politico oggi in Repubblica Democratica del Congo è caratterizzato da violenze perpetrate da diverse bande armate.

La popolazione civile è fortemente colpita da questa situazione, soprattutto le donne.

Grazie ad ActionAid sono riuscita a ottenere definitivamente la mia terra
Leonie
(30 anni, contadina)

A questo si aggiungono problemi di malnutrizione e i disagi dovuti al collasso delle strutture sanitarie. Le poche scuole esistenti sono state distrutte e sono inagibili e l'istruzione dei figli è all'ultimo posto delle priorità di una famiglia.

Com’è possibile aiutare la popolazione e migliorare le condizioni di vita di questo paese?

Cambiare è possibile. Per farlo siamo al fianco di chi, ogni giorno, rivendica i propri diritti e non rimane in silenzio di fronte a ingiustizie, fame e povertà.

Cosa facciamo nella Repubblica Democratica del Congo:

  • Promuoviamo gruppi di discussione, di alfabetizzazione, di risparmio e credito, favorendo la partecipazione delle donne.

  • Sosteniamo le donne nella lotta contro maltrattamenti e discriminazioni.

  • Incoraggiamo le donne a denunciare le violenze subite e le sosteniamo durante la procedura legale.

  • Facciamo pressione al governo affinché sia riconosciuto il diritto alla terra ai contadini, aiutando le famiglie a ottenere i certificati di proprietà dei propri terreni.

  • Lavoriamo per migliorare la resa dei raccolti, creando cooperative, banche delle sementi e introducendo nuove coltivazioni sostenibili.

  • Ristrutturiamo gli edifici scolastici e ne costruiamo di nuovi vicini ai villaggi per aumentare le iscrizioni a scuola.

  • Organizziamo campagne per sensibilizzare bambini e genitori sull’importanza dell’istruzione.

Le Storie

Leonie

Nella Repubblica Democratica del Congo una donna non ha diritti di eredità.

Grazie al progetto Accesso alla Giustizia adesso ho riottenuto le mie terre.

Scopri la sua battaglia.