Zimbabwe: rafforzare la resilienza contro la siccità.

Grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri stiamo portando avanti un progetto per contribuire al rafforzamento della resilienza delle comunità rurali colpite dalla siccità causata da El Niño nei distretti di Lupane e Makoni, Zimbabwe.

Nell'ultimo decennio lo Zimbabwe ha subito shock e stress economici, politici e ambientali senza precedenti, molti dei quali avranno impatti duraturi, in particolare tra le fasce più vulnerabili della popolazione. La situazione è ulteriormente peggiorata a causa degli effetti dei fenomeni climatici del Niño. Due anni consecutivi di siccità hanno colpito gravemente la produzione agricola, privando i gruppi più vulnerabili dell'accesso al cibo, del loro bestiame e dei mezzi di sussistenza.

L'iniziativa proposta, della durata prevista di 22 mesi, si svolgerà in due diverse aree dello Zimbabwe in cui COSV e ActionAid hanno già realizzato diversi progetti, rispettivamente nel distretto di Lupane, nel Matabeleland North, e nel distretto di Makoni, nel Manicaland.

Il presente progetto intende rafforzare le capacità di resilienza di 22.980 unità produttive familiari nei due distretti, attraverso il potenziamento dei sistemi agricoli e la promozione di una gestione sostenibile delle risorse naturali, contribuendo in tal modo alla sicurezza alimentare e nutrizionale delle comunità rurali.

Risultati attesi:

  • 900 unità produttive familiari migliorano quantità e qualità della produzione agricola e del bestiame.
  • Le capacità commerciali dei gruppi e/o delle associazioni comunitarie sono rafforzate.
  • 100 nuclei familiari vulnerabili e 6.800 studenti/esse hanno accesso a cibo nutriente e diversificato.
  • 810 nuclei familiari hanno accesso a fonti d'approvvigionamento idrico per uso domestico e produttivo.
  • I sistemi di early warning e risk reduction management sono rafforzati.

 

</p>