ūüć™ Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di pi√Ļ Clicca qui.

Cosa facciamo in Italia

Le emergenze e la tutela dei diritti sono questioni che riguardano tutto il mondo.

In Italia, come in tutti i paesi nei quali lavoriamo, esistono tante realtaŐÄ nelle quali la¬†povertaŐÄ,¬†l‚Äôemarginazione¬†e¬†l‚Äôingiustizia¬†sono elementi che minacciano la dignit√† umana.

I progetti di ActionAid in Italia, attuati in collaborazione con comunità locali, associazioni, enti e aziende, hanno l’obiettivo di promuovere la giustizia sociale attraverso interventi diretti di supporto e monitoraggio, ma anche attraverso azioni di sensibilizzazione di giovani e adulti sui temi dei diritti e della povertà.

La nostra strategia poggia su tre pilastri: i diritti che non possono essere soddisfatti senza la redistribuzione di potere e risorse, e che continueranno a essere minacciati se non rafforziamo spazi di resilienza delle comunità.

Ogni pilastro programmatico ricomprende pi√Ļ ambiti d‚Äôazione che guidano il nostro impegno quotidianamente.

All’interno del pilastro diritti è compreso il lavoro di lotta alla violenza sulle donne, con progetti in tutto il paese, dall'impegno contro la chiusura dei centri antiviolenza ad attività di sensibilizzazione sulle e sui giovani contro gli stereotipi di genere.  Altro ambito del pilastro diritti è la promozione di una cittadinanza inclusiva (ovvero di integrazione di migranti e rifugiati).

Nel pilastro redistribuzione è possibile trovare i progetti di educazione alla cittadinanza globale e di contrasto alla povertà in Italia, a cominciare dal lavoro con i NEET, i ragazzi che non studiano né trovano lavoro e dagli interventi contro la dispersione scolastica. Infine nel pilastro resilienza sociale si possono trovare i progetti che promuovono la partecipazione attiva dei cittadini, il monitoraggio civico, l’azione di lobby nei confronti di istituzioni e settore privato, nonché i progetti sulla prevenzione e gestione del rischio.

La mappa √® quindi navigabile sia a livello geografico che per ambiti di azione. √ą aggiornata annualmente ‚Äď attualmente la base dati comprende i progetti svolti nel 2019 - ¬†e comprende anche i progetti portati avanti grazie ai nostri attivisti. Se vuoi scoprire come fare la differenza e diventare uno di loro,¬†puoi trovare maggiori informazioni qui.

I dati contenuti nella mappa sono inoltre scaricabili gratuitamente, perché vogliamo che la trasparenza - che chiediamo a istituzioni e settore privato come segno di responsabilità nei confronti dei cittadini - sia uno dei tratti distintivi del nostro lavoro.

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email