Scorri la pagina

A Milano un parco a misura di bambini.

ActionAid al Fuori Salone 2016 con il prezioso supporto della classe IV dell’Istituto Comprensivo G. Capponi

Collaborare

Venerdì 15 aprile siamo andati al Fuori Salone, accompagnati da 24 bambini e bambine della scuola primaria Capponi (classe IV).

Da alcuni anni, ActionAid collabora con lo Studio di Architettura di Mario Cucinella in progetti di architettura partecipata. Attraverso incontri, tavoli di lavoro, dibattiti e confronti i cittadini di Sassa, frazione dell'Aquila e del Comune di Pacentro, hanno proposto e disegnato la ricostruzione di due Scuole!

L’esperienza, bellissima ed efficace, è stata ripetuta in via sperimentale con una classe di IV elementare di una scuola milanese attraverso un Laboratorio di 4 ore svolto in parte nel Parco Baden Powell e in parte presso il Basement della MC A durante il Fuori Salone, il tutto in collaborazione anche con una associazione di giovani tecnici dell'Aquila ViviamolaQ.

Divisi in 4 gruppi i bambini hanno ridisegnato una sezione del parco, proponendo quello che vorrebbero (spazio per concerti e musica, pannelli per disegnare, aree con fiori e un orto, uno spazio coperto da una tettoia per ripararsi dal caldo in estate e dalla pioggia in inverno, ecc…). Tante le idee condivise con i tecnici dello Studio e riprodotte su veri e propri plastici. “E’ stato bello perché abbiamo lavorato tutti insieme”, ha detto Francesco, uno dei partecipanti, alla fine del Laboratorio.

Al termine si è tenuto l’incontro “Architettura, comunità e partecipazione sociale” durante il quale Mario Cucinella - fondatore di MC Architects - e Marco De Ponte – Segretario generale di ActionAid - hanno discusso di come la partecipazione sociale possa essere applicata all'architettura.

Nel corso dell’evento è stato presentato il progetto della nuova scuola di Pacentro al quale lo studio MC A e ActionAid hanno lavorato insieme, all'interno del Laboratorio di Architettura Partecipata. Percorso fondamentale perché, per usare le parole Di Marco De Ponte, “nessuno ha la capacità di essere influente come un bambino”.