Scorri la pagina

Acqua potabile, fonte di vita

Prima mi stancavo molto nel percorrere più di 3 kilometri per andare a  raccogliere l’acqua, spesso anche due o tre volte al giorno’,  ci confida Fozia Ramzan una donna di…

Prima mi stancavo molto nel percorrere più di 3 kilometri per andare a  raccogliere l'acqua, spesso anche due o tre volte al giorno’,  ci confida Fozia Ramzan una donna di 28 anni, che fa parte del gruppo femminile nel distretto di Yousaf, dove vive con suo marito e i suoi 2 figli.Il compito era affidato a noi donne e ai bambini. Dovevamo andare a prendere l’acqua in un canale o fare lunghe file per usare una pompa manuale. Usavamo quest'acqua per qualsiasi cosa: cucinare, lavare, dare da bere al bestiame, e ovviamente, la bevevamo anche noi, anche se non era pulita. Ma non avevamo scelta. Adesso non c’è più pericolo che io mi ammali a causa dell'acqua contaminata e non devo nemmeno uscire di casa per andare a prenderla! Ho più tempo da dedicare alle faccende domestiche, ma soprattutto ai miei familiari’.In passato la diffusione di malattie come dermatiti, dissenteria e colera, causate dal consumo di acqua contaminata raggiungeva il 40%. Oggi i casi si sono ridotti del 15%. Grazie alle campagne che abbiamo promosso con l’appoggio dei nostri sostenitori, oggi 11.000 persone hanno acqua potabile: 9.180 persone (1.311 famiglie) beneficiano di 5 sistemi idrici e le altre 1.820 possono utilizzare 26 pompe manuali, senza dover attendere file interminabili.