Scorri la pagina

Giovani, protagonisti del cambiamento!

Nel dicembre scorso, i ragazzi di ORA Organizzazione Ragazzi per Ancona – e più di 150 ragazzi e ragazze di Ancona e dintorni, accompagnati da ActionAid, hanno animato i locali…

Nel dicembre scorso, i ragazzi di ORA Organizzazione Ragazzi per Ancona - e più di 150 ragazzi e ragazze di Ancona e dintorni, accompagnati da ActionAid, hanno animato i locali della Mole Vanvitelliana di Ancona con l’evento Ora Alza la Voce, realizzato con il contributo del programma Gioventù in Azione dell’Unione Europea (Azione 1.2) e il patrocinio del Comune di Ancona e dell’UNIVPM.Attraverso incontri, dibattiti, workshop, una mostra fotografica, esibizioni di danza e teatro, i giovani hanno potuto esprimere le loro idee, il loro talento e le loro proposte per ampliare gli spazi di partecipazione dei giovani stessi alla vita sociale, culturale e politica della città.Il cuore dell’evento, infatti, è stato il world cafè, un laboratorio partecipato tra giovani e rappresentanti delle istituzioni locali volto ad instaurare un dialogo e a far maturare proposte sul ruolo dei giovani nella città e su come facilitare una loro partecipazione alle scelte che li riguardano.Armati di cartelloni e pennarelli colorati, 60 tra giovani e rappresentanti delle istituzioni locali (tra cui il Comune di Ancona, l’Università, Aziende di servizi’) si sono seduti sullo stesso tavolo per più di tre ore, dialogando, ascoltando e confrontandosi, su come poter migliorare la condizione giovanile nella città. Attraverso la metodologia del World cafè, una pratica di dialogo che favorisce la trasmissione e l’evoluzione delle idee dei partecipanti che si influenzano reciprocamente, sono stati analizzati in maniera condivisa il vivere in città e la condizione giovanile, facendo affiorare i problemi e infine le proposte e le idee in risposta agli stessi. Molte le proposte e le progettualità emerse in diversi ambiti, dal diritto allo studio, al trasporto pubblico, alle forme di aggregazione, fino al rapporto con le istituzioni e alla partecipazione ai processi decisionali. In merito, è apparso forte il desiderio, oltre che bisogno, di creare un dialogo permanente, continuativo e strutturato con l’Amministrazione e i rappresentanti delle istituzioni, attraverso forum, consulte o tavoli di lavoro tematici, affinché le politiche locali possano rispondere in maniera più puntuale ed efficace ai bisogni dei giovani.Proposte che sono state poi discusse il giorno seguente all’interno di una tavola rotonda a cui hanno partecipato, Luca De Fraia per ActionAid, una delegazione di amministratori del Comune di Ancona - il Vice Sindaco PierPaolo Sediari, l’Assessore alle Politiche giovanili Paolo Marasca - e il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi. ActionAid e ORA, insieme, hanno chiesto alle istituzioni presenti di rispondere alle proposte emerse, assumendo l’impegno di portare avanti questo dialogo costruttivo.Ora Alza La Voce è stata la dimostrazione della volontà di questi giovani di mettersi in gioco, di affrontare con spirito nuovo e costruttivo le sfide che la complessità di oggi ci presenta. E stato anche lo strumento, attraverso cui ActionAid ha voluto dare voce ai giovani coinvolti, rendendoli consapevoli che il cambiamento passa in primis attraverso la coscienza dei propri diritti e doveri di cittadino, e la conoscenza e il dialogo con le istituzioni. Per queste ultime, invece, l’iniziativa è stata un’occasione importante per iniziare a ricucire la distanza a volte abissale e la fiducia con i cittadini e in particolare con le giovani generazioni. Sta a loro, adesso, sostenere questo percorso e dare seguito alla promessa di voler creare luoghi e spazi di confronto permanenti.ActionAid si impegnerà nei mesi a venire a monitorare e seguire questo percorso. Nel frattempo nelle prossime settimane, le proposte emerse durante il laboratorio saranno raccolte in una pubblicazione e in un video conclusivi del progetto, che saranno illustrati e consegnati ai rappresentanti delle istituzioni coinvolte, rinnovando l’impegno a renderle concrete e a proseguire il dialogo intrapreso. Stay tuned!