Scorri la pagina

Lezione di diritto al cibo con i ragazzi dell’IC RUINI di Sassuolo

Sempre più scuole aderiscono ai nostri percorsi didattici IO MANGIO TUTTO e FAME NEL MONDO’, spinte dalla voglia di conoscere il tema del diritto al cibo. Tra queste, ce ne…

Sempre più scuole aderiscono ai nostri percorsi didattici IO MANGIO TUTTO e FAME NEL MONDO’, spinte dalla voglia di conoscere il tema del diritto al cibo. Tra queste, ce ne sono alcune che si impegnano talmente tanto da lasciarmi sempre più stupita.Stupore, è questo quello che ho provato entrando nell’Istituto Scolastico Ruini di Sassuolo che il 13 febbraio ha deciso di svolgere con ActionAid i laboratori sul diritto al cibo, coinvolgendo 200 ragazzi della scuola. La parete dell’ingresso era tappezzata da cartelloni raffiguranti i lavori che i ragazzi avevano sviluppato i giorni prima del nostro intervento, insieme alle loro insegnanti: cartelloni di piramidi alimentari, di prodotti e stagioni, di cause dalla fame nel mondo, ciascuno dei quali rappresentava l’impegno di ognuno dei ragazzi. Un cartellone in particolare ha attirato la mia attenzione: descriveva le testimonianze dei nonni degli studenti sul concetto di fame nel passato e, accanto, il confronto con la fame ai giorni nostri. Ecco il messaggio più importante di questo percorso: un impegno positivo da parte di tutti gli studenti che hanno deciso di portare fuori dalle mura scolastiche l’insegnamento e la voglia di imparare, un simbolo della grande curiosità che i ragazzi mostrano su temi attuali e non lontani dal nostro mondo, la voglia di coinvolgere le famiglie in questo viaggio fatto con noi di ActionAid!Lo stupore è poi continuato conoscendo gli alunni che sin da subito si sono lasciati coinvolgere da tutto lo staff presente. Insieme a loro sono stati organizzati laboratori e interventi su temi dello spreco di cibo e della fame attraverso spiegazioni frontali e giochi appassionanti; alcuni hanno partecipato e risposto alle domande del gioco dell’oca gigante, altri hanno lavorato con i semi e la segatura, molti hanno fatto domande, hanno espresso opinioni, hanno commentato le tematiche affrontate, tutti hanno ascoltato e partecipato attivamente. Lavorando insieme con alunni e insegnanti, sono state proposte soluzioni a problemi reali e si è riflettuto su quello che ogni giorno lasciamo sui piatti delle nostre tavole. Così le insegnanti hanno commentato le attività fatte in classe: Bellissimo il gioco dei ruoli, vogliamo riprenderlo e approfondirlo più nel concreto nei prossimi giorni per far comprendere a fondo i diritti e i bisogni di bambini provenienti dal Sud del Mondo’.La preoccupazione più grande, quando organizziamo queste iniziative nelle scuole, è quello di non arrivare agli studenti, di non usare un linguaggio o immagini propri del loro mondo, di non coinvolgerli come vorremmo. Questo non è successo a Sassuolo: abbiamo riscontrato nei ragazzi la curiosità sincera, una grande voglia di attivarsi e impegnarsi per diventare artefici del cambiamento e di un futuro più giusto. Ho riscoperto la voglia da parte delle insegnanti di non attenersi al solo programma scolastico ma di voler costruire una consapevolezza nelle nuove generazioni su problemi che, ad oggi, affliggono i paesi di tutto il mondo.Il lavoro della scuola non si ferma al 13 Gennaio. Insegnanti ed alunni continueranno nel loro percorso di educazione sul diritto al cibo con altre attività e laboratori nuovi, portandosi dietro l’esperienza fatta con ActionAid. Parteciperanno ai concorsi di Expo 2015, e probabilmente ci rincontreremo con loro a Milano.La nostra speranza è quella di trovare sempre la collaborazione delle insegnanti e l’entusiasmo degli alunni riscontrati a Sassuolo, sono loro ad aver dato un valore aggiunto agli interventi realizzati nella scuola!Un grazie quindi a tutti i ragazzi, a Mariella e Raffaella, a nome di tutte le docenti della scuola, alla Dirigente scolastica, la Prof.ssa Rita Turrini.Per conoscere le ulteriori attività che ActionAid organizza nelle scuole o per proporre nuove iniziative sul vostro territorio, scrivete una mail a attivismo@actionaid.org. Saremo pronti ad attivarci con voi!!