Scorri la pagina

Nepal: la ripresa dopo il terremoto di 3 anni fa

5 modi in cui le donne sono diventate protagoniste durante l’emergenza.

Il 25 aprile 2018 segna 3 anni da quando il Nepal è stato scosso da un terremoto di magnitudo 7.8 che ha distrutto le case, le scuole e i mezzi di sostentamento della sua popolazione.

Quasi 9.000 persone sono morte e oltre 600.000 case sono state distrutte. 8 milioni di persone sono state colpite - circa un quarto della popolazione del Paese.

Eppure, di fronte a questa devastazione, è successo qualcosa nel paese: le donne si sono fatte avanti e hanno svolto una parte importante per garantire la salvezza e la sicurezza della loro comunità. Durante l’emergenza e la ricostruzione abbiamo puntato su di loro, supportandole nella rivendicazione dei loro diritti e istituendo spazi a loro dedicati, chiamati Women Friendly Space (WFS).

Dopo 3 anni possiamo quindi riflettere su 5 modi in cui le donne hanno trasformato questa crisi in un’opportunità per rivendicare i loro diritti e generare cambiamenti a lungo termine nella loro comunità.

1) Le donne stanno diventando sempre più indipendenti economicamente.

“Prima di entrare a far parte del WFS, pensavo che noi donne fossimo obbligate a restare a casa ed occuparci solo delle faccende domestiche; ora ho capito che le donne hanno tutto il diritto di lavorare fuori casa come fanno gli uomini”, racconta Kamala.

Nepal_Kamala_750

 “Per me il Women Friendly Space (WSF) è stato un modo per dedicare il mio tempo libero a qualcosa di significativo, dopo che la mia fabbrica aveva chiuso a causa del terremoto - prosegue Ramita - Ho avuto modo di iniziare una nuova attività, la coltivazione dei funghi e rendermi autonoma economicamente. Ora voglio puntare sul futuro di mia figlia”.

2)  Le donne si stanno occupando della violenza domestica nelle loro comunità

Sempre al WFS, Kamala ha scoperto dell’esistenza in Nepal di leggi per prevenire la violenza domestica.

“Ora abbiamo deciso di unirci e di denunciare alla polizia i casi di violenza domestica nella nostra comunità”, afferma Kamala.

Ramita invece è diventata un membro attivo del Referral Sub-Committee: attraverso esso, un gruppo di donne può segnalare casi di violenza domestica e rivolgersi ai servizi di supporto.

3)  Le donne stanno sfidando le norme di genere e migliorando la loro posizione sociale

Il problema di Hermaya invece è stato un altro.

Dopo la morte del marito, per lei era diventato impossibile muoversi in autonomia, non sapendo leggere e scrivere.

Attraverso gli WFS istituiti a seguito del terremoto, ha seguito un corso per adulti e, a 57 anni, ha imparato a leggere e scrivere.

“Ora, posso viaggiare da sola ovunque e andare in banca a ritirare la pensione che arriva, ogni mese, a nome di mio marito”, dice lei.

Ha anche deciso di investire questa pensione nell'educazione della figlia più giovane - così che la prossima generazione possa avere le opportunità che non ha avuto lei.

4) Le donne stanno rivendicando i loro diritti sulla terra

Hermaya ha coltivato la sua terra per anni, ma la proprietà non è mai stata a suo nome.

“Dopo aver appreso dell'importanza dei diritti sulla terra nel WFS, di recente sono andata all'ufficio della Circoscrizione per ottenere informazioni sulle procedure legali per l'acquisizione dei documenti sulla proprietà della terra”, afferma Hermaya.

Nepal_Hermaya_750

5) Le donne assumono posizioni di leadership nella loro comunità

Da quando è entrata a far parte del gruppo femminile, creato dopo il terremoto nel 2015, Goma ha assunto crescenti responsabilità di leadership nella sua comunità di Helambu, Sindupalchowk.

Quando si sono svolte le elezioni locali nel 2017, le donne del suo gruppo hanno proposto Goma per la posizione di Female Community Health Volunteer per la sua comunità - e lei è stata selezionata.

Anche per Ramita il WFS è stato uno spazio utile per sviluppare la propria leadership nella comunità.

“Prima di unirmi al WFS, ero una normale donna della comunità, ma ora sono molto più di questo; le persone della comunità mi ascoltano intensamente quando condivido ciò che ho imparato e mi chiedono aiuto”.

Leggi la storia di Khrisla



Noi di ActionAid, In caso di emergenze umanitarie siamo in grado di attivare un’immediata risposta aiutando le persone colpite a ritornare a una vita normale. Ma è solo grazie alla generosità dei nostri sostenitori che possiamo fare tutto questo.

Dona anche tu. Realizza il Cambiamento insieme a noi!