“Eredità Olimpica per le favelas di Rocinha e Cidade de Deus”: taglio del nastro per il progetto di ActionAid in collaborazione con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI)

Inaugurata oggi la prima iniziativa dell’organizzazione internazionale a sostegno delle comunità di São Conrado

ActionAid, l’organizzazione internazionale che da anni lotta contro povertà e esclusione sociale, in collaborazione con il CONI – Comitato Olimpico Nazionale Italiano – ha presentato oggi a Rio de Janeiro Eredità Olimpica, un progetto che ha l’obiettivo di aiutare i bambini di Rocinha e Cidade de Deus, promuovendo il diritto alla sicurezza alimentare. Rafforzando le comunità locali, l’iniziativa mira a fare in modo che Rio 2016 rappresenti una eredità sociale per gli abitanti delle favelas. Nella favela di Rocinha, l’inaugurazione del progetto è avvenuta questa mattina, martedi 9 agosto, nella sede dell’associazione ASPA (Ação Social Padre Anchieta), organizzazione locale partner di ActionAid. Il nastro inaugurale sarà invece tagliato a  Cidade de Deus, mercoledì 10, nel campetto della Scuola Municipale Alphonsus de Guimarães. In entrambi le occasioni presenti all’inaugurazione, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Segretario Generale di ActionAid Italia, Marco De Ponte, e la Coordinatrice della Comunicazione di ActionAid Brasil, Glauce Arzua, ex atleti e Ambasciatori del CONI, tra cui Andrea Lucchetta, Fiona May, Carlton Myers, Antonio Rossi.

“Attraverso questa collaborazione, il CONI sta confermando la propria volontà a lasciare un’eredità per Rio, impegnandosi a realizzare il proprio lavoro in Italia attraverso modalità inclusive e partecipative, nel caso Roma fosse eletta come sede dei Giochi Olimpici 2024. Vogliamo che le Olimpiadi offrano nuove opportunità ai più svantaggiati. Grandi eventi come questo devono diventare un’occasione per diminuire le disuguaglianze e favorire l’inclusione, coniugando sport e impegno sociale per lasciare un’eredità duratura alle comunità locali”, ha dichiarato Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid Italia.

“Sono molto felice di essere qui oggi e toccare la realtà delle favelas con mano. E’ un progetto al quale teniamo davvero molto e la realtà che abbiamo scoperto qui ci deve far riflettere anche su quello che viviamo quotidianamente nel nostro Paese. C’è una filosofia nella volontà di lavorare in questo avamposto di legalità che contribuisce a promuovere un’immagine meno patinata dello sport e portare i valori positivi dello sport ovunque. Per questo abbiamo scelto di collaborare con un partner molto credibile che è ActionAid. Per la sua storia, per la sua attività profusa, per la sua internazionalizzazione. Abbiamo varato iniziative analoghe in Italia, in aree difficili, ma essere qui oggi ha una valenza speciale e ne sono molto orgoglioso”,  ha dichiarato Giovanni Malagò, Presidente del CONI.

“Il progetto Eredità Olimpica – spiega Glauce Arzua, Coordinatrice della Comunicazione di ActionAid Brazil - rafforza l’infrastruttura delle organizzazioni sociali impegnate nel miglioramento della qualità della vita nelle favelas di Rocinha e di Cidade de Deus. E così facendo, crea anche condizioni migliori per formare cittadini consapevoli dei propri diritti e delle proprie responsabiltà, fin da quando sono molto giovani; inoltre li aiuta a superare  lo stigma sociale di chi è nato e cresciuto in aree caratterizzate da esclusione sociale e perenne conflitto.”

“Da mamma capisco quanto sia importante avere un luogo dove i bambini possano essere accolti, nutriti e accuditi, fin da quando sono molto piccoli. Lo sport può cambiare la vita a tutti, non solo agli atleti; può cambiare anche il modo di vivere le città, le nostre periferie, non soltanto qui in Brasile”, ha affermato Diana Bianchedi, Direttore generale del Comitato promotore di Roma 2024.  

Nel suo primo progetto nella favela di Rocinha, ActionAid è coinvolta, già da gennaio 2016, nel miglioramento dell’edificio che ospita l’asilo comunitario di ASPA, ristrutturando spazi importanti come la ludoteca, le aule adibite ad asilo nido e le sale di danza e ricreazione per i bambini. L’organizzazione ha anche fornito supporto per la realizzazione di un orto, che può produrre cibo sano per i bambini e i dipendenti di ASPA. Il progetto comprende anche il sostegno all’iniziativa Rocinha Sem Fronteiras (Rocinha Senza Frontiere) che riunisce gli abitanti della favela per discutere e dialogare con le autorità, al fine di individuare nel lungo periodo, le soluzioni migliori per la comunità riguardanti il sistema fognario, la mobilità, la situazione abitativa.

“Con questa collaborazione siamo riusciti a realizzare progetti che avremmo sempre voluto fare, ma per i quali non avevamo le risorse necessarie. Con l’appoggio del CONI e di ActionAid, stiamo fornendo servizi a circa duecento bambini”, racconta la direttrice di ASPA, Sueli Figueiredo.

La collaborazione con il CONI nella favela di Rocinha supporta anche l’organizzazione Il Sorriso dei miei Bimbi, attraverso la ristrutturazione di una Casa dei Volontari che ospiterà i cooperanti e offrirà attività culturali agli abitanti della comunità, oltre a laboratori di agricoltura organica per produrre cibi sani per i bambini che frequentano l’asilo Saci Sabe Tudo, gestito dall’associazione.

“Il progetto semplicemente non sarebbe esistito se non ci fosse stata questa collaborazione. Crediamo che solo una mente consapevole sia veramente libera”, spiega Barbara Olivi, italiana residente nella comunità già da sedici anni e fondatrice de Il Sorriso dei miei Bimbi/Amigos da Vida.

La solidarietà si estende anche nella favela di Cidade De Deus. Con il sostegno del CONI, il campo sportivo della Scuola Municipale Alphonsus de Guimarães è stato ristrutturato, con un impatto positivo sulla vita di seicento bambini. Oltre alle attività scolastiche, lo spazio ospita le lezioni di calcio e le attività di assistenza e sostegno infantile, realizzati da CEACC, organizzazione locale e partner di ActionAid da quindici anni.

“Un bambino che non fa nessuna attività non riceve alcuno stimolo. Quando i bambini sono qui con noi si divertono e allo stesso tempo diventano meno vulnerabili di fronte a situazioni a rischio. Con questa ristrutturazione, i bambini di Cidade De Deus si sentiranno realmente dei campioni olimpici”, racconta José Carlos de Paula Lopez, sessantadue anni, allenatore di calcio e uno dei coordinatori dell’Associazione CEACC.

Ad agosto, CEACC concluderà le attività realizzate da sette volontari italiani che, grazie alla collaborazione con il CSI (Centro Sportivo Italiano), su invito del CONI e di ActionAid, hanno organizzato per una settimana delle attività sportive con i bambini della comunità. Dopo l’inaugurazione del campetto, una collaborazione tra ActionAid e il progetto Kinder+Sport, promosso dall’azienda dolciaria italiana Ferrero- che arriva per la prima volta in Brasile - si occuperà della manutenzione di questo spazio. L’iniziativa si occuperà, inoltre, di garantire la ripresa delle lezioni di capoeira, karatê e di recupero extra scolastico, organizzate da CEACC; l’assunzione di istruttori; l’acquisto di materiali sportivi scolastici; il finanziamento degli incontri con i genitori degli alunni, un importante strumento di avvicinamento ai cittadini di Cidade De Deus per affrontare questioni che riguardano la comunità.

“Stimolare i giovani e i bambini alla pratica sportiva e a uno stile di vita attivo è il principale obiettivo del Progetto Kinder+Sport, e niente ci entusiasma di più che portare questo proposito a Rio de Janeiro”, dichiara Gianpiero Vietto, Presidente globale del programma Kinder+Sport, presente all’inaugurazione del progetto Eredità Olimpica a Cidade De Deus.

Nota per la stampa:

ActionAid Brasile

ActionAid è un’organizzazione internazionale che combatte contro la povertà, fondata nel 1972 in Inghilterra. Oggi è presente in 45 Paesi nel mondo ed è arrivata in Brasile nel 1999. Nel Paese, è presente in 13 Stati e lavora in collaborazione con 25 organizzazioni locali, sostenendo più di 300.000 persone in circa 1300 comunità. A Rio de Janeiro, lavora insieme alle organizzazioni Redes de Desenvolvimento da Maré, nell’area di Nova Holanda; con CEACC, nell’area di Cidade De Deus; con ASPA e Il Sorriso dei miei Bimbi, nell’area di Rocinha.

ASPA

ASPA - Ação Social Padre Anchieta – ha una lunga esperienza di lavoro nell’assistenza diretta e nella difesa dei diritti all’igiene e alla salute, alla casa e alla mobilità in nome degli abitanti della comunità. Il suo asilo esiste a Rocinha da quasi trent’anni e alcuni dei suoi attuali funzionari erano bambini cresciuti in quello stesso asilo.

CEACC

CEACC - Centro de Estudos de Ação Social e Cidadania – è stato creato dagli abitanti e dai leader comunitari di Cidade De Deus nel 2001. CEACC lavora con i bambini, utilizzando le lezioni di calcio come uno strumento per accrescere le competenze degli alunni, aumentare la loro autostima e il loro spirito a lavorare in squadra. Nel corso degli anni questo approccio ha mostrato un aumento del rispetto e della cooperazione dei bambini tra di loro e con i genitori, i professori e i compagni; e anche il miglioramento dei risultati scolastici, aumentando il livello di concentrazione e l’apprendimento. Attraverso le attività sportive, inoltre, CEACC ha avuto anche la possibilità di mappare lo stato nutrizionale infantile a Cidade De Deus e di lottare per il miglioramento della qualità dei pasti sia a casa che nelle mense scolastiche della comunità.

Il Sorriso dei miei Bimbi:

Il Sorriso dei miei Bimbi, in collaborazione con l’associazione brasiliana Amigos da Vida è stata creata nel 2002 e da allora il suo obiettivo è stato quello di promuovere e utilizzare l’educazione e la cultura come il principale strumento per la difesa dei diritti umani e la costruzione della pace. Oggi, conta su un programma volontario che porta in Brasile studenti stranieri e professionisti per sostenere il suo lavoro. In questo momento i volontari sono generalmente ospitati nella casa del Presidente de Il Sorriso dei miei Bimbi. Inoltre, il turismo sociale è una delle attività che aiutano a sostenere Il Sorriso. Nell’arco degli anni l’Associazione ha sviluppato i seguenti progetti: l’asilo Saci Sabe Tudo per 78 bambini; la Casa Jovem, che offre lezioni di recupero extra scolastico per 32 bambini; corsi di alfabetizzazione per adulti per 12 persone; il Projeto Jovem,che offre supporto a 14 adolescenti, rendendoli consapevoli dei loro diritti e doveri all’interno della società; il Garagem das Letras, un caffè letterario, luogo di cultura e punto d’incontro che ha come obiettivo quello di introdurre tutta la comunità di Rocinha al mondo della lettura e della cultura.

Sponsor dell’iniziativa: DHL, Emporio Armani, UnipolSai Assicurazioni, Ferrero.

MATERIALI PER LA STAMPA

Cartella stampa e fotografie del taglio del nastro al seguente link:

https://we.tl/mLu0hxe1JR

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Pubbliche Relazioni e Media ActionAid Italia International

via Tevere, 20 - 00198 Roma Tel. +39 06 45200526

Rio de Janeiro: Francesca Landi, Capo Unità Relazioni Pubbliche e Media Tel. 06 45200526 – Cell. 3355478571  francesca.landi@actionaid.org

Roma: Barbara Antonelli, Information Officer  Tel. 06 45200526 – Cell. 3385706446 barbara.antonelli@actionaid.org