Terremoto Centro Italia, ActionAid: dare priorità a informazione e trasparenza.


L’organizzazione, da subito impegnata per verificare bisogni delle comunità colpite dal sisma ha attivato raccolta fondi

A seguito delle gravissime conseguenze del terremoto che ha colpito le Regioni del Centro Italia, ActionAid si è subito attivata: innanzi tutto online, sostenendo l’iniziativa civica spontanea del gruppo TerremotoCentroItalia, che  vuole contribuire ad una maggiore circolazione delle informazioni dal basso tra le persone colpite e le tante che si stanno mettendo a disposizione per sostenerle. E poi mettendosi in contatto con associazioni, in particolare sportive e sociali, con le quali ActionAid sta verificando i bisogni più impellenti e le necessità di lungo periodo per consentire la ripresa delle attività.

Sulla scia di quanto ActionAid ha portato avanti in questi anni in seguito ai terremoti de L’Aquila e Reggio Emilia, costruendo esperienze di monitoraggio civico delle risorse economiche, l’organizzazione dà priorità a informazione, trasparenza e partecipazione dei cittadini nella risposta all’emergenza e nella ricostruzione. Perché le comunità stesse siano messe nelle condizioni di poter verificare e orientare la gestione dei fondi e degli interventi.

 “Il bilancio delle vittime parla sempre di più di intere comunità in lutto. Lo stato e la società civile italiana devono assicurare subito e per tutto il tempo che servirà ogni sostegno necessario, sanitario, psicologico, economico, per non lasciare solo nessuno”dichiara Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid. “Quindi ognuno deve fare la sua parte per la solidarietà e la vicinanza concreta a tutte le comunità colpite.”

 “Non appena saranno concluse le dolorose operazioni di soccorso – prosegue De Ponte -  fin da subito nella gestione dell’emergenza è necessario facilitare e accogliere il protagonismo delle comunità locali. Quello che è mancato nella gestione dell'emergenza aquilana, che ActionAid ha seguito fin da subito, non è stato il cibo e le coperte ma l'ascolto, l'incontro, il dare la parola alle comunità colpite che prima di essere vittime sono cittadini. Per questo va garantito prima di tutto il diritto a una corretta informazione di chi ha perso ogni cosa. E impostare da subito una gestione dell'emergenza e una ricostruzione efficaci e vicine ai bisogni dei cittadini”.

L’organizzazione ha attivato una raccolta di fondi da destinare a iniziative di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma. Per sostenere ActionAid nelle zone colpite dal terremoto.

Aggiornamenti ulteriori sono disponibili sul sito www.actionaid.it tramite l'account Twitter @ActionAidItalia e quello Facebook.

ActionAid opera in oltre 50 Paesi nella risposta alle emergenze; sul territorio nazionale l’organizzazione è stata presente fin dal 2009 all’Aquila promuovendo progetti di partecipazione, portando avanti la battaglia per la ricostruzione del patrimonio scolastico con la campagna #matteofaiscuola, partecipando alla produzione di un masterplan per il polo di Sassa e recupero di 19 scuole della città, e alla analisi partecipata delle vulnerabilità ambientali e sociali per diffondere un piano di protezione civile comunale. A Reggio Emilia, in collaborazione con Wikitalia, Openpolis, Regione Emilia-Romagna, ANCI e Anci Tel, ActionAid  ha impiegato le proprie energie e competenze per avviare Open Ricostruzione, un progetto nato con il duplice obiettivo di contribuire a una ricostruzione trasparente dei Comuni colpiti dal sisma e di coinvolgere le popolazioni colpite nell’analisi della gestione degli appalti per la ricostruzione di edifici pubblici, in condivisione con istituzioni e reti di cittadini tramite l’uso dei social network.

Per informazioni

Ufficio Pubbliche Relazioni e Media ActionAid Italia International

Via Tevere, 20 - 00198 Roma - Tel. +39 06 45200526

Francesca Landi, Capo Unità Relazioni Pubbliche e Media Tel. 06 45200526 – Cell. 3355478571 francesca.landi@actionaid.org

Barbara Antonelli, Information Officer Tel 06 45200526 – Cell. 3385706446 barbara.antonelli@actionaid.org