🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Una pace giusta Le donne e l'eredità della guerra in Afghanistan

In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne che si celebra il 25 novembre di ogni anno, ActionAid ha pubblicato un’analisi dellacondizione femminile in Afghanistan a 10 anni dall’inizio dell’intervento militare da parte della comunità internazionale. La pubblicazione presenta inoltre il punto di vista e le preoccupazioni delle donne afghane in prossimità della Conferenza di Bonn del 5 dicembre, in cui delegazioni di più di 90 Paesi e organizzazioni internazionali si riuniranno per discutere del futuro dell’Afghanistan e del  graduale ritiro delle truppe internazionali dal Paese.Attraverso la voce di donne provenienti da zone rurali e urbane di 5 province afghane e di attiviste e rappresentanti di varie istituzioni, ActionAid rivolge al Governo italiano un appello a inserire i diritti delle donne tra le priorità dell’agenda di Bonn e ad assicurare che il processo di costruzione della pace in Afghanistan preveda il coinvolgimento e la consultazione della società civile, in particolare delle organizzazioni femminili. La promozione e la tutela dei diritti delle donne sono infatti elemento imprescindibile per una pace giusta e duratura in Afghanistan.

Condividi sui social:

  • Segui il cambiamento
    Lasciaci la tua email