🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Selezione di Peer Mentors per attività di sportello di orientamento e ascolto tra pari 

 Stiamo cercando figure di supporto nell’ambito dell’organizzazione delle attività di risposta alla crisi ucraina, tali attività si sostanziano nel progetto SWEET – Supporting Women in Emergency with Environmets of Trust. Il titolo del progetto richiama il termine СВІЕ (ucraino) - СВЕТ (russo)/sviet/ che significa luce.  

L’obiettivo dell’iniziativa è fornire aiuti concreti e risposte mirate in termini di orientamento, mediazione e accompagnamento ai servizi pubblici alle famiglie/donne ucraine accolte nei territori di intervento. SWEET promuove la partecipazione attiva delle comunità da lungo tempo presenti nei nostri contesti nella costruzione di “ambienti di fiducia” definendo una modalità inedita di accoglienza e solidarietà che contrasta l’isolamento e la disgregazione, e contemporaneamente affronta e indirizza il disagio dell’esilio. Il progetto SWEET si realizza in Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Lombardia, regioni nelle quali ActionAid lavora da tempo a stretto contatto con le comunità est-europee e in particolare con le donne impiegate nel settore agricolo e di cura della persona, intervenendo per contrastare le dinamiche di sfruttamento e invisibilità, e promuovendo il protagonismo delle donne nella ridefinizione dei servizi pubblici.   

Le figure selezionate saranno formate a svolgere il ruolo di peer mentors. Il “tutor tra pari” (peer mentor) è una figura di supporto, ascolto e orientamento che utilizza le proprie competenze (relazionali, esperienziali, professionali, etc.) mantenendo un rapporto orizzontale, e per questo paritario, nella relazione d’aiuto.  

I contenuti della formazione saranno: 

  • Sviluppo e mantenimento della relazione di mentoring
  • Comunicazione efficace e interculturale
  • Il lavoro con i gruppi (dalla relazione individuale alla relazione con i gruppi per la formulazione di soluzioni comuni ai bisogni attraverso processi deliberativi)
  • Gestione della vulnerabilità
  • Scambio di buone pratiche tra le esperienze dei progetti di ActionAid tra le 5 regioni coinvolte
  • Lavoro dignitoso e tutela dei diritti delle lavoratrici

Sede di lavoro 

Il gruppo delle Peer Mentors applicherà le conoscenze acquisite durante la formazione nell’implementazione delle attività di ActionAid a Corigliano-Rossano (CS), Matera (MT) e Ginosa (TA).  

Attività 

Le figure selezionate parteciperanno attivamente alla conduzione delle seguenti attività che si svolgeranno con cadenza settimanale: 

  • Mediazione linguistico-culturale (es. semplificazione e traduzione di materiale informativo e modulistica; facilitazione della comunicazione tra operatori/operatrici dei servizi e utenti; supporto per la ricostruzione delle biografie di vita delle e degli utenti con background migratorio)
  • Corso di italiano livello base
  • Orientamento e accompagnamento all’inserimento scolastico per minori
  • Orientamento a servizi legali, anche valorizzando la rete dei soggetti territoriali attivi in questo ambito
  • Accompagnamento per l’accesso ai servizi socio-sanitari e pediatrici
  • Accompagnamento all’inserimento abitativo
  • Orientamento sui diritti del lavoro, in collaborazione con Sindacati, Centri per l’Impiego e Ispettorato nazionale del Lavoro 

Il percorso favorirà costantemente lo scambio di riflessioni sui diritti e sulla promozione della cittadinanza inclusiva, coltivando l’obiettivo della rivendicazione di uno spazio politico e di riconoscimento dei diritti da parte delle comunità e istituzioni. 

Requisiti essenziali  

  • Ottima conoscenza della lingua italiana livello A2, preferibilmente certificata
  • Conoscenza delle lingue ucraina, bielorussa, rumena, bulgara e/o russa (costituisce titolo preferenziale la conoscenza di altre lingue)
  • Capacità di valorizzare le esperienze e le risorse immateriali dei destinatari e destinatarie delle attività promuovendo la loro partecipazione attiva al percorso
  • Volontà ed interesse di mettersi in gioco in attività di utilità sociale
  • Cura nella documentazione e reportistica delle attività di progetto
  • Familiarità nell’uso delle piattaforme digitali e dei principali strumenti informatici
  • Volontà e attitudine a sperimentarsi nel lavoro in team e in contesti multiculturali
  • Propensione alla comunicazione interculturale;
  • Autonomia, flessibilità e motivazione

È considerato un requisito preferenziale la certificazione di competenze di mediazione linguistico-culturale. 

Durata 

La durata della collaborazione si estende per 10 mesi a partire da maggio 2022, per una media totale di ca. n. 50 giornate. Per tale impegno sarà previsto un rimborso spese. 

Contratto 

Contratto di collaborazione o di fornitura di servizi.

Tempistiche relative alla candidatura 

Ai fini della candidatura è necessario inviare una lettera di presentazione e CV alla Project Manager al seguente indirizzo email: [email protected] entro il 17 maggio 2022. ActionAid provvederà ad esaminare la documentazione e a richiedere dei colloqui conoscitivi. 

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email