Scorri la pagina

Abelmanto

Abelmanto ha appreso nuove tecniche agricole. Ora la sua proprietà agro-ecologica è un esempio per tutta la comunità.

Mi chiamo Abelmanto e vivo a Baiha, con mia moglie Jacira e nostra figlia Maria Clara. Nella nostra regione piove molto poco e negli ultimi due anni la siccità è stata terribile. Ma io amo la mia terra e sono determinato a lottare contro tutte le avversità, per garantire un futuro alla mia famiglia. Ho sempre partecipato a corsi, incontri e scambi organizzati da ActionAid, per apprendere nuove tecniche, così oggi considero la mia proprietà decisamente agro-ecologica. Per esempio, coltivo alberi da frutto. Diversifico le piantagioni utilizzando dighe sotterranee. Coltivo anche mais, fagioli, mango, guava, ciliegio, e caffé utilizzando per l’irrigazione materiali riciclabili, come le bottiglie in PET’.

Una delle più recenti tecnologie conquistate dalla famiglia di Abelmanto è stato il biodigestore, una tecnica che permette di trasformare il gas rilasciato dalla fermentazione degli escrementi animali in gas metano. "L’ho sempre voluto fare, ma non ho mai saputo come. Dopo uno scambio d’informazioni con un gruppo formato da ActionAid e dopo aver visto di persona le varie tecniche e i vantaggi di questo sistema, ho preso l'iniziativa e ho costruito un biodigestore anche nella mia zona. Il biodigestore ha diverse utilità, oltre che produrre gas può anche produrre biofertilizzanti".

Abelmanto ha dimostrato come un agricoltore possa, attraverso la semplicità e la creatività, migliorare la qualità della propria vita. Con molte idee in testa e il supporto di Actionaid, ha implementato le pratiche agricole diventando un esempio nella comunità.