Scorri la pagina
Photographer Vicky Markolefa/ActionAid

Asana

Non mi sarebbe stato più possibile tornare nel mio villaggio senza l’aiuto di ActionAid!

"Non mi sarebbe stato più possibile tornare nel mio villaggio senza l’aiuto di ActionAid. Sono stata accusata ingiustamente di stregoneria e mi avevano allontanata dalla mia casa!"

Asana, 27 anni, vive in Ghana. E stata emarginata dal suo villaggio dopo che la figlia di un vicino di casa si ammalò. Accusata di stregoneria finì nel campo di Gambaga, nel nord del Ghana e restò separata dalla sua famiglia per quasi tre anni. Secondo le credenze locali, i campi dove sono rinchiuse le streghe sono "luoghi sicuri", lì la stregoneria non può essere esercitata, perché si trovano su una terra sacra.

È solo grazie al progetto Go Home, supportato da ActionAid, che Asana è di nuovo in grado di vivere una vita normale.

Ci sono sei campi nel nord del Ghana, che ospitano circa 700 donne accusate di stregoneria. ActionAid ha incoraggiato le donne a costituire reti di auto-aiuto. Le donne accusate di stregoneria si appoggiano l’una con l’altra e, non più detenute dietro a sbarre invisibili, hanno formato una rete di solidarietà, sia all'interno sia fuori dai campi, per parlare con la comunità e chiedere di essere libere da falsi pregiudizi. Alcune di loro hanno sottoposto al governo il problema e richiesto una veloce soluzione per far cambiare la legge.

ActionAid ha mobilitato centinaia di donne per richiedere a gran voce i propri diritti. Ora ricevono carte di assicurazione sanitaria, che in precedenza non avevano, poiché streghe e hanno ottenuto ettari di terreno per il proprio sostentamento.