Scorri la pagina

Luigi

“Cercare di cambiare questo paese fa parte di me”.

Luigi: geometra, ex scout, Attivista di ActionAid.

Luigi ha trentuno anni e vive a Cerignola, in provincia di Foggia. Nella vita è abituato a impegnarsi sempre al massimo, soprattutto quando sente davvero suo qualcosa. È così che lavora, nel suo studio da geometra, ed è così che vive, dando il cento per cento di sé nelle cose in cui crede. Dopo il lavoro, spesso si ferma in palestra per sfogarsi un po’. Ma il suo “hobby” principale è aiutare gli altri, attraverso l’attivismo e la donazione del sangue.

Ha imparato a prendersi cura del prossimo durante i quindici anni di scoutismo. Lì ha capito l’importanza del mettersi in gioco, sì, ma anche del farlo in squadra. Ha capito che sporcarsi le mani è il modo più bello per vivere, e che la famiglia non è solo quella da cui torni a casa, ma quella che ti costruisci ogni giorno della tua vita. Luigi spesso dice che di solito in Italia la gente vede un problema e tende a girarsi dall’altra parte, invece che risolverlo. A lui invece le cose piace affrontarle di petto. Il suo entusiasmo negli anni ha coinvolto tante persone, primi tra tutti i suoi amici. Lo hanno supportato dall’inizio e poco a poco la voglia di Luigi di darsi da fare li ha contagiati.

Oggi il gruppo locale di Cerignola è composto da amici: anche nel tempo libero si finisce con il parlare di quello che si potrebbe fare, di tutte le attività, le mostre, i convegni, gli eventi che si potrebbero fare e di tutti quelli che hanno già fatto e che è sempre bello ricordare. Luigi è il presidente di questo gruppo, si occupa di coordinare tutto e di rapportarsi con le varie istituzioni. Di eventi ne organizzano tanti, come una cena sociale che è stata abbracciata da tutto il paese. Una cantina locale ha offerto vini per tutta la sera. Si mangiava, si ballava, si parlava. L’attivismo spesso si nasconde nel divertimento, nel coinvolgere le persone intorno a sé per creare una comunità.

Ma il progetto che più ha entusiasmato Luigi è stato quello del 2015, con gli alunni delle terze e quarte elementari. L’argomento era il cibo e i bambini si sono resi protagonisti dell’incontro, facendo tantissime domande e raccontando le loro esperienze a casa, per esempio su come utilizzavano il pane avanzato. Luigi ha portato avanti in prima persona questa iniziativa, curando personalmente ogni sviluppo. I bambini hanno realizzato un cartellone con dei disegni che rappresentavano cosa volesse dire per loro i cibo e il suo spreco. È stato bellissimo, racconta Luigi, quando dopo un po’ di tempo è tornato a scuola per parlare con gli alunni e ha visto che davvero c’era stato un cambiamento in loro, che davvero avevano capito l’importanza del cibo.

“Dagli scout, Luigi ha imparato a mettersi in gioco. Dalla vita, a farlo sempre in squadra, perché più il gruppo è grande e più si riescono a realizzare progetti importanti e coinvolgenti. Oggi è il presidente del gruppo di attivisti locali di Cerignola e ogni giorno mette in pratica le sue regole di vita: impegnarsi al cento per cento, su ogni cosa”.

E tu, riesci a metterti in gioco con tutto te stesso per le cose che contano?