Scorri la pagina

Mimmo

“Attivismo è essere utile agli altri, ma anche a te stesso”

Mimmo: commerciante, educatore, Attivista di ActionAid

A Mimmo non è mai piaciuto stare fermo: a volte si ritrova a domandarsi se ne sarebbe capace, ma poi non ha mai voglia di provare. Era così anche quando aveva quindici anni e tra la scuola e le associazioni di volontariato ci si chiedeva dove trovasse il tempo per fare tutto. Energico e curioso, seguiva un gruppo di ben duecento bambini piccoli e si interessava già allora a quelli che sono i temi che oggi preferisce: alimentazione, lotta contro gli sprechi, ma soprattutto coinvolgere e sensibilizzare gli altri su questi argomenti.

Non è mai “diventato” un attivista, perché in fondo lo è sempre stato.

Oggi, Mimmo ha quarantacinque anni. Vive a San Marzano di San Giuseppe, in provincia di Taranto; fa il commerciante e gli piace trascorrere del tempo tra la vigna e l’uliveto di famiglia in campagna. Sono passati trent’anni, ma la sua energia è rimasta la stessa di quando sfrecciava tra una lezione e un incontro di volontariato. Dal 2010 organizza e dirige il Gruppo Locale ActionAid del suo paese: di attività ne svolgono tante, incentivati dalla sua fantasia, che non manca mai. E non manca mai neanche la sua voglia di coinvolgere i bambini e di insegnare loro i valori in cui crede. Di progetti ne segue tanti: tutto è cominciato anni fa con un “VideoLAB”, dove dieci ragazzi tra gli 11 e i 18 anni hanno lavorato insieme per una settimana, mettendo in piedi un vero e proprio video sul diritto al cibo “Tegnu Fame”, inserito poi in uno dei kit didattici utilizzati da ActionAid nelle scuole. Altri eventi sono poi stati realizzati nel corso degli anni, come “Medfestival – Itinerari culturali in terra Jonica”, festa organizzata dalla Pro Loco, in cui ActionAid viene raccontata al territorio, anche attraverso delle mostre fotografiche sul diritto al cibo o sui diritti delle donne.

Ma quello che probabilmente più sta a cuore a Mimmo è il Campo Estivo, realizzato per due anni consecutivi per i bambini delle scuole primarie e secondarie. Oltre ad essere un’occasione di svago e di gioco, il Campo Estivo abitua i bambini alla vita sociale fuori da scuola, insegna loro come adattarsi in un gruppo e in diverse situazioni, tra sport, giochi, pittura, teatro e tanto ancora. Il filo conduttore del campo è il tema del diritto al cibo, attraverso una serie di laboratori didattici si riflette insieme ai bambini sul cibo, la sua provenienza e soprattutto l’attenzione ad evitare gli sprechi, il tutto in modo divertente e leggero. Alla fine del Campo, Mimmo e il suo gruppo hanno gli occhi lucidi per le tante emozioni: a conti fatti, sono stati proprio i bambini a ringraziarli per il grande messaggio che hanno ricevuto e che d’ora in poi custodiranno gelosamente.

"La fantasia e le capacità organizzative di Mimmo lo rendono una risorsa preziosa per ActionAid. La sua voglia di fare lo porta senza sforzo ad essere un attivista. Il suo desiderio di partecipare lo porta senza sacrifici ad essere un punto di incontro della sua comunità. Mette a frutto le sue capacità per fare qualcosa".

E tu, potresti dire lo stesso?