Scorri la pagina

Tebello

Non credevo che io e le mie compagne avremmo potuto unire le nostre forze per fermare tutto questo.

Tebello ha 13 anni e frequenta la scuola elementare in un villaggio del Lesotho. Racconta: "Pensavo che i comportamenti che alcuni ragazzi avevano con me fossero normali e invece ho capito che avrei dovuto denunciarli. Oggi so che si tratta di abusi che devono essere fermati immediatamente. Non credevo che io e le mie compagne avremmo potuto unire le nostre forze per fermare tutto questo. Sono felice di avere maggiore consapevolezza e di potermi difendere".

In Lesotho sono molte le ragazze discriminate e che subiscono quotidianamente abusi. La maggior parte di loro tuttavia non reagisce alle violenze subite. La situazione si aggrava per quelle che vivono in zone rurali, che devono percorrere molti chilometri per andare a scuola.

Abbiamo promosso la formazione di gruppi femminili nelle scuole per parlare con le ragazze e incoraggiarle a denunciare i casi di abuso. Operiamo affinché bambine, ragazze e donne possano accrescere la fiducia nelle loro capacità e siano protagoniste nella ricerca del cambiamento. Siamo convinti che la strategia migliore per eliminare la povertà sia sostenere gruppi e movimenti femminili perché le loro rivendicazioni possano trasformarsi in leggi e politiche adeguate.