Storie

Francesco

Essere Attivista mi permette di entrare in contatto con punti di vista diversi e mi arricchisce.

E ogni giorno cerco di far conoscere a tutti il messaggio di ActionAid: Realizza il Cambiamento.

Scopri cosa è successo

Sonia

Lavoro con studenti di medie e liceo e da poco con ragazzi diversamente abili.

Con ActionAid ho imparato a mettermi in gioco.

Scopri cosa è successo

Luigi

Dagli Scout ho imparato a mettermi in gioco.

Cercare di cambiare questo paese fa parte di me.

Scopri cosa è successo

Elena

Sono insegnante in una scuola elementare di Novara.

A scuola ho conosciuto ActionAid e con il progetto “Together in EXPO” abbiamo vinto il concorso contro lo spreco di cibo.

Scopri cosa è successo

Miriam

Faccio parte del Gruppo Locale di ActionAid di Napoli.

Con l'attivismo ho scoperto che il piccolo contributo di una persona può diventare uno strumento potente per aiutare gli altri.

Scopri cosa è successo

Giampaolo

Mi ritengo attivista di ActionAid ventiquattro ore su ventiquattro. Essere attivisti non vuol dire solo fare volontariato.

Vuol dire divertirsi, sfruttare le proprie passioni e le proprie capacità per aiutare gli altri e fare qualcosa di concreto.

Scopri cosa è successo

Maria Antonella

Una volta in pensione ho sentito il desiderio di fare ancora qualcosa per gli altri.

Insieme ai miei ex studenti ho fondato il Gruppo Locale di ActionAid in Molise.

Scopri cosa è successo

Cinzia

Sono attivista di ActionAid appassionata di canto.

Ogni anno organizzo un concerto per promuovere i diritti delle donne.

Scopri cosa è successo
Pagina 1 di 41234