Scorri la pagina

Haiti: rischio epidemia di colera

Continuiamo a distribuire generi di prima necessità.

“Non possiamo permettere che Haiti diventi il paese dimenticato”: le parole di Mike Noyes, Responsabile Emergenze Umanitarie di ActionAid ben sintetizzano le ragioni del nostro impegno.

Il nostro staff in loco sta continuando a lavorare senza sosta per aiutare le tantissime persone bisognose di aiuti.

175.000 sfollati accolti in 307 rifugi temporanei, 2.271 casi sospetti di colera, 806.000 persone a rischio fame: questi i dati dell’Ocha (l’Ufficio ONU per il Coordinamento dell’Emergenza Umanitaria) che ben fotografano l’attuale situazione.

E ancora: oltre 1 milione e 400 mila persone di cui quasi 600 mila bambini bisognosi di assistenza umanitaria. Cifra destinata ad aumentare nei prossimi mesi, dato che le persone colpite direttamente o indirettamente dall’uragano si stima siano almeno 2,1 milioni.

I rifugi temporanei peraltro secondo i nostri partner locali non rispecchiano gli standard minimi in tema di accesso a cibo, acqua ed elettricità, per non parlare del crescente rischio per le donne di subire violenza.

Pensare e prevedere spazi sicuri per le donne è infatti una delle nostre prime preoccupazioni, dato che situazioni di emergenza come queste aumentano i rischi. Ad esempio stiamo lavorando perché gli spazi nei rifugi temporanei siano organizzati in modo da essere adeguati e sicuri per donne e bambini.

Nel mentre la nostra attività di distribuzione di beni di prima necessità sta proseguendo con l’obiettivo di raggiungere sempre più persone.

Kit_Colera_Haiti_750

ActionAid distribuisce al momento generi di diversa tipologia: kit igienici, kit anticolera, acqua, sapone, latte e cracker.

Particolarmente importante la distribuzione di kit anti-colera visto l’aumentare dei casi registrati e la crescente preoccupazione che si scateni un’epidemia sempre più difficile da controllare.

Ogni kit anti colera contiene: farmaci anti diarroici, salviette, sapone, assorbenti igienici, dentifricio, una tanica da 5 litri munita di tappo per evitare la contaminazione dell’acqua e cloro per la sua disinfezione.

Al momento con le nostre distribuzioni abbiamo raggiunto 3.600 persone a Beaumont, 6.000 a Roseaux, 3.600 a Jérémie e 3.600 ad Abricots.

Il nostro impegno è sempre costante, siamo presenti ogni giorno accanto alla popolazione di Haiti e continueremo ad aggiornarvi sulla situazione del paese.