Scorri la pagina

Cinzia

“Se hai qualcosa in più, è giusto che tu faccia qualcosa per aiutare chi ha di meno”.

Cinzia: ginecologa, appassionata di canto, Attivista di ActionAid

Nell’ospedale dove lavora Cinzia, nel centro di Cagliari entrano ogni giorno tante donne. Dietro ognuna di loro c’è una storia, ma spesso non sono storie a lieto fine: parlano di emarginazione, di solitudine, di discriminazione. Cinzia è una ginecologa, ma vuole curare molto di più: vuole battersi per i loro diritti.

Di cose da fare ce ne sarebbero tante. Da dove iniziare? La soluzione le arriva quasi per caso. Sfogliando brochure sulle adozioni a distanza scopre ActionAid e le sue iniziative dedicate agli attivisti locali. Scopre così che non è la sola a sentire il bisogno di darsi da fare nella propria comunità. Che persone con i suoi stessi sogni e la sua stessa voglia di cambiare esistono ovunque, sparse per l’Italia.

Cinzia si rimbocca le maniche e guarda la sua terra, la Sardegna. Qui non esistono ancora gruppi di attivisti locali ma questo non la ferma, anzi. Inizia da sola. Prende in parola un annuncio di ActionAid che dice “convinci un amico”. E per difendere i diritti delle donne, di amici ne convince tanti - primo tra tutti suo marito - senza farsi fermare dalle difficoltà.

Il gruppo si allarga e prende forma. Si organizzano i primi piccoli eventi, tra aperti e biciclettate. L’inizio non è facile. Trovarsi in situazioni in cui è bersaglio dell’indifferenza ferisce Cinzia, ma allo stesso modo le dà la voglia di mettersi ancora di più in gioco. Poi Cinzia decide di far incontrare il suo impegno come attivista con una delle sue più grandi passioni, il canto. Le piace tanto, perché è capace di unire tutti oltre le differenze. Organizza così un concerto, “Singing Women in Action”: donne che cantano insieme per difendere i diritti di tutte le donne.

La sua è una trovata vincente: il concerto diventa presto un evento di successo, in termine di pubblico, di cantanti, di raccolta fondi, di diffusione. La musica che Cinzia tanto ama diventa così un mezzo per far conoscere ActionAid e i suoi progetti, per sensibilizzare il pubblico sul tema dei diritti delle donne. La gente partecipa più volentieri alle iniziative quando sa che avrà qualcosa: in questo caso, divertimento e buona musica. Dopotutto, ha scoperto Cinzia, divertimento è partecipazione.

"Cinzia usa le sue passioni per coinvolgere gli altri nel cambiamento: lei è così, crede nei colpi di fulmine. Come quello che l’ha colpita quando ha visto suo marito per la prima volta. Come quello che l’ha sorpresa quando ha sfogliato la prima brochure di ActionAid. Seguendo le proprie passioni, aiuta le donne non solo come medico ma anche come attivista, nella vita di tutti i giorni".

E tu, hai mai avuto un colpo di fulmine per qualcosa?