Storie

Barbara

Sono Responsabile del Centro di Salute e Ascolto per le donne straniere e i loro bambini.

Negli ospedali Santi Paolo e Carlo di Milano assistiamo circa 200 donne l’anno con i genitali mutilati.

Scopri cosa è successo

Elisabeth

Lavoro per i diritti delle donne da circa nove anni.

Quello che raccomando, per lottare anche in Europa contro le mutilazioni genitali femminili, è di partire dall’informazione.

Scopri cosa è successo

Malkia

Da piccola sono stata costretta a subire la mutilazione genitale e sono fuggita per non sposarmi

Grazie ad ActionAid ora sono serena e vado a scuola

Scopri cosa è successo

Sadia

In Somaliland non c’è nessuna legge che vieta la pratica delle mutilazioni genitali femminili.

Ma finalmente adesso si comincia a parlare apertamente di un argomento che prima era di fatto un tabù.

Scopri cosa è successo

Dinah

In Kenya il 23% di donne e bambine subiscono ancora la mutilazione genitale.

Lavoro come tutor con le ragazze affinché possano avere accesso all’educazione e conoscere i propri diritti.

Scopri cosa è successo

Coumba

Coumba ha fondato il Comitato Consultivo delle donne di Koussanar.

Insieme ad ActionAid ha organizzato corsi di formazione in Senegal.

Scopri la sua battaglia.

Umberto

Le mie due passioni: attivismo e canoa.

La mia parola d'ordine: cambiamento.

Scopri cosa è successo

Viviana

A Reggio Calabria non c'era un Asilo.

ActionAid si è subito attivata insieme alla cittadinanza per chiedere la riapertura delle strutture!

Scopri cosa è successo
Pagina 1 di 1212345...10...Ultima »