Scorri la pagina

Francesco

“L’azione è la base per ogni successo”.

Francesco: manager, padre, Attivista di ActionAid.

Francesco è un papà di quarantotto anni che vive ad Avellino. È responsabile del punto vendita Export Italia e nel tempo libero si destreggia tra attivismo, arti marziali e karate. Ha conosciuto l’attivismo da poco, ma è bravo a relazionarsi con gli altri da anni: lavorando nel management entra in contatto ogni giorno con persone diverse e questo gli permette oggi di portare lontano il messaggio di ActionAid.

Come la prima volta, quando ha ospitato nel suo store due dialogatori, Ottavia e Piero, per parlare delle adozioni a distanza. Alla fine della giornata, Francesco torna a casa e cerca su internet tutto ciò che riesce a trovare su ActionAid. Scopre che agisce concretamente, che nei progetti c’è molto valore aggiunto: il portare conoscenza su ciò che si fa.

Gli attivisti ActionAid imparano come coltivare quel determinato terreno, come gestire quella scuola, come formare una donna in relazione ai propri diritti civili. Francesco si convince: come lui, ActionAid crede nel fare attivamente qualcosa. Adotta subito due bambini a distanza e si lancia nell’avventura dell’attivismo. Perché lui è uno che non ha paura di buttarsi, soprattutto se il salto lo emoziona.

Trascina con sé in questa avventura tante altre persone: l’attivismo è diventato un “vizio” di famiglia, tanto che si sono emozionati tutti insieme quando la bambina che hanno adottato ha mandato loro una lettera con l’impronta delle sue mani, una bianca e una nera. Quello dell’attivismo, spiega Francesco ai suoi figli, è un dono che porta un dono con sé, perché conoscere persone speciali arricchisce il tuo presente e futuro, ti dà la possibilità di entrare in contatto con punti di vista diversi e ti arricchisce. Cosa che non puoi avere se non sei attivo.

Dopo l’adozione, Francesco ha cercato altri modi per essere attivo. Ha usato le sue conoscenze e le sue amicizie nell’ambito dello sport e ha stretto un accordo con CONI Italia, partecipando all’evento sport day. Si tratta di una manifestazione importantissima, dura venti giorni e tutte le associazioni sportive locali sono presenti. Ad oggi è una delle maggiori vetrine per far conoscere ActionAid. È solo una delle tappe che ormai da tre anni Francesco attraversa per portare in giro il mondo dell’attivismo. E ogni giorno cerca altri modi per far conoscere a tutti il messaggio di ActionAid: realizza il cambiamento. Partendo da quello che puoi fare tu.

"Francesco è un manager, un attivista e un papà. Con ActionAid è tutte e tre le cose in una volta. Usa la sua capacità di relazionarsi con gli altri per darsi da fare, cambiare ciò che non gli piace. E così insegna ai suoi figli un messaggio importante: fare qualcosa per gli altri è un dono che arricchisce noi per primi, perché ci permette di conoscere tante persone e tanti punti di vista diversi".

E tu, sei pronto a conoscere qualcuno diverso da te?