Scorri la pagina

Kadie

Pensavamo di non risollevare più la nostra attività fino a quando abbiamo partecipato a un incontro su nuove tecniche agricole organizzato da ActionAid.

Kadie è una donna di 30 anni. È mamma di tre splendidi bambini. E fa parte di un gruppo di contadine che s’impegnano in prima persona per migliore le condizioni di vita nel distretto di Moyamba, in Sierra Leone.

“Il mio gruppo femminile di contadine” racconta Kadie, “composto da trenta donne lavoratrici e determinate, si è trovato in ginocchio dopo l’emergenza Ebola”.

La passata epidemia di Ebola, una delle più gravi della storia dell’Africa, cominciò in Guinea nel mese di febbraio 2014. Nel giro di qualche mese, si diffuse in altri Paesi dell’Africa occidentale, soprattutto in Liberia e in Sierra Leone. In particolare, l’Oms ha dichiarato conclusa l’epidemia in Sierra Leone nell’aprile del 2016.

In questo Paese, furono registrati più di 14mila casi e quasi 4mila decessi. Ma queste, per quanto gravi, non furono le uniche conseguenze. Perché l’epidemia di Ebola mise in ginocchio l’intera economia della Sierra Leone.

“Pensavamo di non risollevare più la nostra attività” continua Kadie, “fino a quando abbiamo partecipato a un incontro su nuove tecniche agricole organizzato da ActionAid”.

Grazie a questi corsi, Kadie e le altre lavoratrici del suo gruppo hanno potuto coltivare la terra ottenendo degli ottimi risultati.

“Oltre a ciò, l’organizzazione ci ha fornito riso, sementi di ortaggi, nuovi attrezzi agricoli come zappe e badili. È stato come vedere la realizzazione di un sogno tanto atteso. Senza ActionAid, ricominciare sarebbe stato molto più difficile! Ora abbiamo intenzione di prenderci cura di materiali e sementi ricevuti e renderli fruttiferi, moltiplicando quindi il supporto ricevuto”.

Kadie e le altre lavoratrici sono solo alcune delle persone che abbiamo aiutato in Sierra Leone durante e dopo l’emergenza Ebola. Scopri cosa facciamo per garantire i diritti delle donne, come la possibilità di avere un’istruzione adeguata e di costruirsi un futuro migliore.