🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

SIERRA LEONE | ActionAid

SIERRA LEONE

AFRICA OCCIDENTALE

Una terra in cui le condizioni igieniche precarie causano il dilagare di malattie infettive mortali.

La Sierra Leone è un Paese della costa africana occidentale che ha attraversato un periodo molto turbolento a causa di una guerra civile cominciata nel 1991 e terminata nel 2002. Ancora oggi il Paese vive le conseguenze di questo lungo conflitto.

Nel 2018 si sono concluse, per la quarta volta di seguito dal 2002, elezioni nazionali pacifiche e democratiche. Ciononostante, la corruzione del Governo è pervasiva e rimane un problema reale per il Paese, che viene considerato dall’osservatorio Freedom House solo come parzialmente libero. 

Tra i problemi che maggiormente affliggono il Paese vi sono quelli legati alla violenza di genere, in particolare alla pratica delle mutilazioni genitali femminili. Infatti, la Sierra Leone è uno dei 28 Paesi africani dove le mutilazioni genitali femminili sono ancora in uso e non punite dalla legge. Inoltre, il Paese è colpito da un elevatissimo tasso di povertà, con il 60% della popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà (secondo dati del programma di sviluppo delle Nazioni Unite) e il 70% dei giovani che è disoccupato. Inoltre secondo la FAO, il 25,6% (1,9 milioni di cittadini) soffre di malnutrizione e, secondo le stime dell’UNICEF, sono 111 su 1.000 i bambini che muoiono prima di compiere i 5 anni d’età.


Emergenze

Ebola

Nel 2014 la Sierra Leone è stata colpita dall’epidemia di Ebola più grave della storia.Oltre ai grandi costi umani, Ebola ha infatti avuto un forte impatto sull’economia del Paese: nonostante gli aiuti internazionali, l’epidemia ha colpito pesantemente il bilancio dello Stato, che a fronte di minori entrate ha dovuto aumentare notevolmente la spesa sanitaria.


IL NOSTRO LAVORO IN SIERRA LEONE

  • Progetti realizzati: 16 di cui 2 finanziati direttamente da ActionAid Italia

  • Bambini sostenuti a distanza: 1.817 da donatori italiani
  • Persone raggiunte grazie alle attività sul campo: 19.000 di cui  11.000 donne e 8.000 uomini


Lavoriamo in Sierra Leone dal 1988,
realizzando corsi di formazione e altre attività per rafforzare le capacità e le competenze delle comunità locali su temi quali l’educazione civica, la leadership femminile nella politica, il lavoro di cura da parte delle donne, la gestione delle risorse agricole, la resilienza comunitaria e per promuovere il diritto all’istruzione.

Più di 100 stakeholders e agenzie internazionali hanno preso parte alla nostra campagna annuale denominata “16 giorni di attivismo”, che mira a sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne e sulle ragazze e promuovere misure di contrasto. 

Nel 2018, anche grazie al nostro lavoro di lobby e advocacy, 15 membri della sotto-commissione parlamentare per i diritti umani hanno  presentato un position paper indirizzato al governo per chiedere di rafforzare le politiche sul tema della violenza sulle donne e sulle ragazze.

Inoltre, abbiamo organizzato momenti di mobilitazione per chiedere con maggior forza al Governo nazionale di stanziare maggiori fondi pubblici per i servizi fondamentali come l'istruzione e la sanità. In questi momenti di mobilitazione abbiamo coinvolto anche le comunità locali e network nazionali.

(Fonti)

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email