🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Lavorare per una costruzione sociale solidale e collaborativa | ActionAid

Lavorare per una costruzione sociale solidale e collaborativa

BlastingTalks intervista Katia Scannavini.

 "Le lenti prospettiche con cui abbiamo portato avanti il mondo non si sono rispecchiate in valori come l’uguaglianza o la giustizia"

BlastingTalks, una serie on line di interviste esclusive con business e opinion leader nazionali e internazionali, ha chiesto a Katia Scannavini, vice segretaria generale ActionAid Italia, come la pandemia di coronavirus abbia accelerato il processo di digitalizzazione e come le aziende stiano rispondendo a questi cambiamenti epocali.

Partiamo raccontando ai lettori la vostra missione: può spiegare di cosa vi occupate e quali valori cercate di perseguire con la vostra attività?

ActionAid è un’organizzazione internazionale che lavora in più di 45 Paesi nel mondo. Persegue la possibilità di partecipare alla costruzione di un mondo più equo e più giusto. Abbiamo queste due aspirazioni molti forti e lavoriamo muovendoci su principi e valori che per noi sono fondamentali. In particolare, ne abbiamo sei che seguiamo con molta attenzione. Siamo un’organizzazione indipendente, liberi da ogni credo religioso e associazione politica. Crediamo nel coraggio, perché per voler trasformare il mondo e renderlo più equo e giusto ci vuole anche la possibilità di assumere dei rischi. Ed è necessario essere anche un po’ pionieristici.

Il seguito dell’intervista è sul sito Blastingnews.com

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email