🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Trasparenza su dati e vaccini per un mondo più equo | ActionAid

Trasparenza su dati e vaccini per un mondo più equo

Le richieste della campagna #DatiBeneComune per la Giornata Mondiale della salute.

Giornata mondiale della salute

La campagna #datiBeneComune rimarca le sue richieste al Governo con un evento online l’8 aprile dal titolo “50.000 ragioni per liberarli tutti”.
Tra i partecipanti: Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, Riccardo Iacona, giornalista e conduttore di Presa Diretta, Open Data Sicilia per fare il punto sulla gestione nella Regione Siciliana.

Quest’anno la celebrazione della Giornata Mondiale della Salute assume un’accezione ancora più significativa.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di concentrarsi sul tema di un mondo più equo e sano.

Per noi di ActionAid, che siamo tra i promotori della campagna #DatiBeneComune è l’occasione per ribadire l’importanza della trasparenza e accessibilità dei dati relativi al piano di gestione della pandemia e di quello vaccinale. Trasparenza indispensabile a gestire efficacemente la salute pubblica.

#DatiBeneComune 

Senza l’accesso a dati aperti e disaggregati non è possibile monitorare che le decisioni politiche siano prese nell’interesse della collettività.

La salute di ciascun individuo passa dalla salute della collettività. Per questo la gestione della campagna vaccinale è fondamentale per uscire quanto prima da questa crisi garantendo la massima trasparenza e tempestività nell’accesso ai vaccini.

Rileviamo come come la campagna vaccinale presenti notevoli criticità sia in termini di flusso e qualità dei dati che di sistema informativo di gestione, monitoraggio e rendicontazione.

Le nostre richieste

Servono dati pubblici e univoci su:

  • Definizione univoca delle categorie di destinatari e relative numeriche
  • Categorie di priorità coerenti con le categorie di rendicontazione
  • Definizione standard dei dataset e dei flussi per la gestione e monitoraggio del piano
  • Definizione di target e milestones disaggregate per regione/mese
  • Il piano per raggiungere le persone in grave condizione di marginalità
  • Strumenti agili e standardizzati per l’inserimento dei dati nei punti vaccinali
  • Migliore qualità dei dati e gestione dei tanti riscontri in merito ricevuti pubblicamente sullo spazio ufficiale di pubblicazione.

Chiediamo alle istituzioni che le parole trasparenza e accountability assumano un valore reale.

Per questo motivo domani, giovedì 8 aprile, sarà organizzato un evento online dal titolo 50.000 ragioni per liberarli tutti, per dare voce a tutte queste testimonianze.

8 aprile su Youtube

L’evento potrà essere seguito sul canale YouTube di ActionAid e sul sito www.datibenecomune.it a partire dalle ore 17.00 fino alle ore 20.00.

Parteciperanno esponenti di oltre 30 organizzazioni promotrici tra cui Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, Riccardo Iacona, giornalista, autore e conduttore di Presa Diretta, Open Data Sicilia per fare il punto sulla gestione nella Regione Siciliana e Unilab Svoltastudenti, network di giovani universitari che daranno voce a quei tantissimi studenti che in questo anno, più di altri, hanno dovuto affrontare sacrifici e rinunce. 

Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili qui

Photocredit: Flavio Lo Scalzo/Reuters

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email