Scorri la pagina

You can change the world

Rosato Gioielli sempre al nostro fianco contro la violenza sulle donne.

Possiamo cambiare il mondo. Dopo il successo delle passate edizioni, personaggi del mondo dello spettacolo e della televisione, sono stati protagonisti di You Can Change The World, due eventi che Rosato Gioielli ha organizzato insieme a noi a Milano il 5 e a Roma il 12 dicembre per raccogliere fondi per il progetto We Go2, che ha l’obiettivo di rafforzare i servizi a favore delle donne vittime di violenza. Alle serate hanno partecipato: Barbara Chichiarelli, Maria Luisa de Crescenzo, Angela Curri, Nina Pons, Carolina Signore, Valentina D’Agostino, Manuela Tempesta, Miguel Gobbo Diaz, Laura Lucchetti grazie alla collaborazione con Factory4 Public Relations.

Durante l’evento, ospitato dalle Boutique Rosato di via della Spiga a Milano e via del Babuino a Roma, è stato messo in vendita il charm in argento Limited Edition di Rosato. Il ciondolo è disponibile nelle gioiellerie e nelle boutique Rosato al prezzo di 32€. Parte del ricavato sarà destinato alla seconda edizione del progetto We Go.

L’appuntamento è stato inoltre l’occasione per un brindisi speciale con quanti, in vista del Natale, hanno deciso di sostenere i nostri progetti contro la violenza sulle donne: secondo l’ultima indagine ISTAT, 6,788 sono i milioni di donne che hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale; 31,5 è la percentuale di donne tra i 16 e i 70 anni che in Italia hanno subito violenza; 74,5 è la percentuale di femminicidi commessi da italiani.

La violenza contro le donne non conosce razza, colore della pelle o nazionalità: è un problema che riguarda tutti. Inoltre, è molto difficile stabilire con precisione quali siano i dati certi, perché spesso le violenze si consumano in famiglia o per mano di persone con cui le donne hanno ancora un legame affettivo che non vengono denunciate e a volte nemmeno riconosciute come violenze.

L’esperienza ci insegna che molto spesso le donne rimangono in relazioni violente perché non dispongono di sufficiente autonomia economica per provvedere a sé stesse e ai propri figli. L’obiettivo del progetto biennale We Go2 è ampliare la diffusione e l’impatto di buone pratiche finalizzate all’empowerment economico delle donne che hanno subìto violenza domestica, mettendo in rete professionisti, settore privato e servizi pubblici.

Grazie a We Go2 sarà favorito l’ingresso nel mondo del lavoro delle donne attraverso un migliore coordinamento dei servizi e il supporto del mondo aziendale.