🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

ActionAid e Naba, Nuova Accademia di Belle Arti danno voce ai diritti della NET Generation 

I giovani talenti del Triennio in Media Design e Arti Multimediali di NABA hanno scritto e prodotto in esclusiva per ActionAid tre soggetti creativi per reclamare per sé stessi e per i propri coetanei il diritto a vivere in una società inclusiva senza violenza, razzismo e stereotipi di genere 

Guarda i video 

Scarica le foto 

L’Italia non è un paese per giovani e, in particolare, non è un paese per giovani donne. Ancor di meno è un paese per giovani donne straniere o di origine straniera. Secondo gli ultimi dati di Eurostat (aprile 2020), l’Italia è ultima in Europa pertasso di occupazione giovanile (56,3%, contro una media Ue del 76% nella fascia 25-29 anni) e prima per numero di NEET, ovvero giovani che non studiano e non lavorano (29,7%, media Ue 16,6%). Durante l’emergenza sanitaria causata dal COVID-19, il quadro si è ulteriormente aggravato, in particolare per le donne: le giovani NEET infatti sono aumentate di 36mila unità (+2,7%) mettendo in evidenza un divario di genere: le giovani rappresentano infatti il 30,6% contro il 20,2% dei ragazzi. La situazione italiana risente anche della difficile integrazione dei giovani immigrati. Oggi, infatti, il tasso di occupazione dei giovani nati all’estero è più basso di quello dei nati in Italia. Ancora più marcato il divario per i giovani NEET: 38,2% tra i nati all’estero, 28,2% tra i nati in Italia. Il Paese di nascita, così come il genere, dunque, incide sulla possibilità dei giovani di trovare occupazione.   

ActionAid NABANuova Accademia di Belle Arti hanno stretto un’alleanza per sviluppare un racconto sui diritti negati alla Net Generation, che comprende i nati tra il 1980 e il 2000, dunque coloro i quali hanno tra i 38 e i 18 anni. L’idea di fondo è stata quella di utilizzare la visione, le idee e le emozioni di giovani talenti che appartengono a questa stessa generazione, troppe volte lasciata indietro. Guidati dal loro punto di vista privilegiato, sono stati in grado di restituire l’urgenza di realizzare un cambiamento concreto e rapido. 

Attraverso questa collaborazione, gli studenti del Triennio in Media Design e Arti Multimediali della sede di Roma di NABA, all’interno del corso di Cultura del progetto tenuto dal docente Aldo Guidi, con la supervisione dei docenti Francesca Staasch, in qualità di project leader, Jacopo Martinoni, Sergio Riccardi Francesco Struffi, hanno potuto mettere a frutto il loro talento e vivere l’esperienza reale di ricevere un incarico professionale su commissione.  

La sfida è stata duplice per gli studenti NABA: quella prima di pensare e poi realizzare dei brevi video di qualità che comunicassero la necessità di cambiamento di fronte ai diritti negati dei giovani. Nonostante l’incarico non fosse semplice, l’urgenza era troppa per non cogliere la sfida e impegnare tutte le energie necessarie a portarla a compimento”, dichiara Vincenzo Cuccia, Course Leader del Triennio in Media Design e Arti Multimediali di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti 

Gli studenti hanno quindi concepito e sviluppato tre idee creative, concretizzatesi in un video in animazione e due in live action, che rappresentano la voglia per la Net Generation di prendere posizione, spazio, parola e potere sul proprio presente e sul proprio futuro.   

Siamo molto orgogliosi di aver potuto lavorare con NABA a questo progetto che ci ha dato l’opportunità di ascoltare la voce e le idee di giovani creativi che vivono sulla loro pelle problematiche che come organizzazione combattiamo tutti i giorni”, dichiara Barbara Antonelli, Head of Communication Department di ActionAid Italia. “I giovani che vivono in Italia hanno il diritto di vivere in una società inclusiva e solidale e antirazzista, in cui sia pienamente rispettata ogni tipo di diversità; hanno diritto di poter accedere ad opportunità di formazione e di lavoro, per poter realizzare sé stessi, le proprie ambizioni e costruire il proprio futuro”. 

Le tre idee creative

Melted Identity 

Un video in animazione ideato da Chiara Fusciello, Giulia Lisi e Costanza Lusini, animato da Olivier Balla, Chiara Fusciello, Giulia Lisi, Costanza Lusini, Vincenzo Pace e Pietro Renzi, con Maria Teresa Ancona nel ruolo di editor montaggio e la colonna sonora scritta da Olivier Balla e Pietro Renzi. Il progetto è stato realizzato dagli studenti del Triennio in Media Design e Arti Multimediali del campus romano di NABA, con la supervisione dei docenti Francesca Staasch, in qualità di project leader, Jacopo Martinoni e Sergio Riccardi per l’animazione e Fabio Sirna per le musiche. 

L’idea creativa nasce dalla volontà di questo gruppo di ventenni appassionati di animazione, visual storytelling, mondo 3D e game design di mettere in luce la situazione degli italiani di seconda generazione, spesso trattati come stranieri nel loro stesso paese e riconosciuti solo grazie a un effimero pezzo di carta come il Permesso di Soggiorno. Giovani, nati e cresciuti nel nostro Paese, che vivono uno scollamento tra il (non) riconoscimento giuridico, dal quale dipende l’accesso a tutta una serie di diritti fondamentali, e quello legato alla comunità in cui vivono e alla loro rete affettiva e relazionale. Scopri il video sul canale YouTube di NABA 

La mia lotta è la tua lotta 

Un video in live action nato da un’idea di Mariapia Runco, diretto da Mariapia Runco, con Giovanni Galati nel ruolo di DOP, producer e location manager, Giovanni Galati e Filippo Verna nel ruolo di editor montaggio, Alessandro Ciuffardi alla colonna sonora, la scenografia e i costumi ed Emerson Casarini nel ruolo di casting director. Il video è prodotto da A bout de film e realizzato dagli studenti del Triennio in Media Design e Arti Multimediali del campus romano di NABA, con la supervisione dei docenti Francesca Staasch in qualità di project leader e Francesco Struffi per la color correction. L’idea creativa è stata concepita dai giovani talenti a partire dall’urgenza di liberarsi dagli stereotipi di genere, che creano ruoli precostituiti soffocanti e oppressivi, rappresentando delle gabbie che ledono la libertà di tutti. L’ambizione del progetto, infatti, è quella di restituire un contenuto che non si limiti a denunciare la situazione attuale, ma che vuole anche spronare ragazze e ragazzi a unirsi in una lotta comune contro la disparità di genere. Scopri il video sul canale YouTube di NABA 

Giusto, o no? 

Il concetto creativo, ideato da Davide Di ChiaraAlessandro La Marca e Michele Polisano nasce dalla volontà di condannare il clima diffuso di immobilismo e di giustificazionismo, che permette alle discriminazioni di essere normalizzate, sminuite nella loro gravità ed accettate come uno status quo immodificabile. Il gruppo di giovani creativi ha quindi deciso di usare l’arma del paradosso per far adottare a coloro i quali subiscono la violazione dei loro diritti, il punto di vista autoassolvente e giustificatorio che spesso adottano coloro i quali perpetuano le discriminazioni, smascherandone così la loro reale natura. 

Il progetto è diretto da Michele Polisano, con Matteo Mudaro nel ruolo di DOP, Davide Di Chiara in qualità di operatore ed editor montaggio, Angelica Alinei come producer, Alessandro La Marca come Casting Director e con Karim Bouchalgouma alla grafica e VFX. Il video è prodotto da A bout de film e realizzato dagli studenti del Triennio in Media Design e Arti Multimediali del campus romano di NABA con la supervisione dei docenti Francesca Staasch in qualità di project leader e Francesco Struffi per la color correction. Scopri il video sul canale YouTube di NABA 


 Chi è ActionAid    

ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata in Italia e in 45 Paesi (distribuiti in 5 continenti) e collabora con più di 10mila partner, alleanze, ONG e movimenti sociali per combattere povertà e ingiustizia sociale.    

Da oltre 40 anni ActionAid si batte al fianco degli individui e delle comunità più povere e marginalizzate, scegliendo di schierarsi dalla loro parte perché consapevole che per realizzare un vero cambiamento sociale è necessario uno sforzo collettivo di solidarietà e giustizia. Un mondo equo e giusto per tutti: è questa la visione da cui ActionAid trae ispirazione e forza vitale. Per rendere questa visione del mondo una realtà concreta, ActionAid si è data una mission specifica da perseguire nei prossimi 10 anni: lavorare per promuovere e animare spazi di partecipazione democratica e per coinvolgere persone e comunità nella tutela dei propri diritti; collaborare a livello locale, nazionale e internazionale per realizzare il cambiamento e per far crescere l’equità sociale, migliorando la qualità della democrazia e sostenendo così chi vive in situazioni di povertà e marginalità.    

Per informazioni: 

Dipartimento Comunicazione ActionAid Italia   

Alice Grecchi +39.3395030480 – alice.grecchi@actionaid.org 

Daniela Biffi +39.3472612441 – daniela.biffi@actionaid.org 

 

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti 

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti è un’Accademia di formazione all’arte e al design: è la più grande Accademia privata italiana e la prima ad aver conseguito, nel 1981, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR). Con i suoi due campus di Milano e Roma, offre corsi di primo e secondo livello nei campi del design, fashion design, grafica e comunicazione, arti multimediali, nuove tecnologie, scenografia e arti visive, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative. NABA è stata selezionata da QS World University Rankings® by Subject come la migliore Accademia di Belle Arti italiana e tra le prime 100 istituzioni al mondo in ambito Art&Design, è stata inserita da Domus Magazine tra le 100 migliori scuole di Design e Architettura in Europa, e da Frame tra le 30 migliori scuole postgraduate di Design e Fashion al mondo 

www.naba.it 

SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA: 

FB | IG | IN | TW | YT 

Per informazioni: 

WEBER SHANDWICK ITALIA 

Valentina Nozza vnozza@webershandwickitalia.it | M +39 347 0834767       

Laura Vecchi vecchi@webershandwickitalia.it|  M +39 335 5311465 

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email