🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Didattica a distanza? Sì grazie!

Parte degli oltre 900 tablet donati da Amazon sono stati consegnati a studenti delle scuole di Reggio Calabria e provincia.

#insiemesipuò

I tablet donati da Amazon sono arrivati a destinazione. La collaborazione tra Amazon e ActionAid nasce con l’obiettivo di dare un contributo immediato per tutelare il diritto all’istruzione dei bambini e ragazzi più vulnerabili.

A beneficiarne anche alcune scuole del reggino che già sono attive e impegnate contro la povertà educativa grazie al progetto OpenSpace, in collaborazione con ActionAid.

Grazie ad Amazon sono stati distribuiti oltre 900 tablet su tutto il territorio nazionale per garantire ad altrettanti alunni l’accesso all’istruzione. Ancora una volta l'Istituto Comprensivo “B. Telesio” di Reggio Calabria, guidato dalla dirigente scolastica Marisa Maisano, il Liceo delle Scienze Umane, del dirigente scolastico Francesco Praticò e l’Istituto Comprensivo “Radice –Alighieri” di Catona (RC) della dirigente scolastica Simona Sapone sono riusciti a trasformare un protocollo di intesa in un progetto concreto: distribuire dispositivi informatici in comodato d'uso gratuito, strumenti che si aggiungono a quelli in dotazione o acquistati dalle scuole e già da tempo consegnati.

ActionAid è da anni al fianco delle scuole perché ne riconosciamo il grande valore nel rimuovere le disuguaglianze e arginare il rischio di esclusione e dispersione scolastica. Un ringraziamento speciale va a tutti gli operatori che con professionalità e con il massimo della trasparenza, attraverso una rendicontazione tempestiva e precisa, hanno permesso di realizzare l’iniziativa e a tutti i docenti - tra cui la professoressa Vadalà Giovanna, referente del progetto, che ha saputo coordinare il lavoro tra ActionAid e le tre istituzioni scolastiche - che anche in questi mesi hanno sempre cercato di trarre il meglio dai loro ragazzi, valorizzando tutti i loro talenti che, in molti casi, proprio grazie a questa metodologia “alternativa”, hanno potuto emergere” afferma Eleonora Scrivo, referente per la giustizia economica e le politiche di genere di ActionAid in Calabria.

Dall’inizio della pandemia in molti hanno segnalato problemi legati alla mancanza di dotazioni (hardware e software) necessarie per lo svolgimento della Didattica a Distanza, in particolare per le famiglie maggiormente vulnerabili ed economicamente fragili, con lavori precari e irregolari, che sono state le più colpite dagli effetti economici del Covid19. Grazie a un lavoro di rete e sforzi condivisi si è riusciti a frenare anche la crisi educativa che la pandemia ha generato.

Il lavoro di squadra ripaga e sono fiera di poter essere testimone che un’organizzazione come ActionAid, attraverso i suoi operatori, arrivi realmente non solo al cuore di chi ha bisogno ma sia capace di andare oltre mettendosi al servizio delle realtà più difficili, cooperando per il successo formativo e la lotta alla povertà educativa in modo concreto” afferma la dirigente scolastica Marisa Maisano.

 

Per informazioni: Dipartimento Comunicazione ActionAid Italia

Alice Grecchi +39.3395030480 – alice.grecchi@actionaid.org

Paola Amicucci +39.3457549218 – paola.amicucci@actionaid.org

Daniela Biffi - +39 3472613441 - daniela.biffi@actionaid.org

 

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email