🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Nonguta | ActionAid

Nonguta

La sfida quotidiana per procurarsi cibo e acqua.

Siccità

Tutta la mia comunità dipende da un’unica fonte d’acqua. A volta la coda è così lunga che ci vuole quasi un giorno intero per rifornirsi”.

Nonguta vive in un villaggio del Kenya, è sposata e ha sei figli. La siccità ha reso procurarsi cibo e acqua una vera sfida.

“Con l’invasione delle locuste, abbiamo subìto altri danni. Hanno mangiato tutta l'erba e la vegetazione circostante e hanno contaminato l'acqua.

Parte del bestiame è già morta e alcune persone si sono ammalate dopo aver consumato l'acqua. Anche la scuola dove vanno i nostri figli non ha rifornimento idrico e gli studenti devono camminare a lungo per raggiungere la prima fonte accessibile interrompendo le lezioni.”

Nonguta si sveglia sempre molto presto, munge le capre e va a prendere l’acqua. Spesso è costretta a lasciare i bambini da soli a lungo, ma fortunatamente nella comunità si organizzano per aiutarsi reciprocamente.

Quando torna inizia a cucinare per la sua famiglia mentre i bambini accompagnano il bestiame nei campi a pascolare.

La siccità ha messo a dura prova il benessere del bestiame, che ora sta morendo. Dato il loro stato di salute, il valore di mercato dei capi è molto basso: dalla vendita degli animali Nonguta non riesce più a ricavare i soldi sufficienti per mantenere la sua famiglia.

Io desidero solo poter migliorare la mia vita e quella della mia famiglia avendo un miglior accesso all’acqua e vorrei che i miei bimbi non saltassero più le lezioni in classe per andare a rifornirsi alla fonte.”

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email