🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

KENYA | ActionAid

KENYA

AFRICA OCCIDENTALE

Un Paese in cui 19 milioni di persone vivono al di sotto della soglia di povertà.

 

Dopo anni di regime autoritario, oggi il Kenya gode di un sistema politico multipartitico. Il livello di alternanza al potere è tuttavia ancora basso e il processo di consolidamento democratico subisce continui arresti, da ultimo in occasione delle elezioni del 2007, quando le violenze scoppiate per presunti brogli causarono oltre 1.550 morti e 500.000 sfollati

Secondo l’osservatorio politico Freedom House, i diritti politici e le libertà civili sono seriamente compromessi dalla corruzione pervasiva e dalla brutalità delle forze di sicurezza

Su 52 milioni di abitanti, quasi 19 milioni vivono al di sotto della soglia di povertà e circa 15 milioni soffrono la fame

Il tasso di alfabetizzazione tra gli adulti è pari al 78,02%. Rendere la scuola primaria gratuita a partire dal 2002 ha contribuito ad incrementare il tasso di scolarizzazione dal 61% ad oltre l’80% di questi ultimi anni. 

In Kenya, la strada verso la parità di genere è ancora lunga: il 37% delle donne in età lavorativa non ha un impiego e il 41% della popolazione femminile subisce violenza nel corso della propria vita.

Il Paese ospita più di 430.000 rifugiati, la maggior parte provenienti da Somalia, Etiopia e Sud Sudan. Nel 2017, una decisione dell’Alta Corte Kenyota ha scongiurato la chiusura del campo di Dadaab, uno dei campi profughi più estesi al mondo.


IL NOSTRO LAVORO IN KENYA

  • Progetti realizzati: 15 di cui 3 finanziati direttamente da ActionAid Italia
  • Persone raggiunte: più di 9.000 di cui circa 5.000 donne e 4.000 uomini
  • Bambini sostenuti a distanza: 3.629 da donatori italiani

Il Kenya, insieme all’India, è uno dei primi due Paesi in cui abbiamo iniziato a lavorare nel lontano 1972 e oggi siamo riconosciuti come una delle più importanti agenzie di contrasto alla povertà del Paese.

Il nostro impegno è volto a rafforzare il ruolo dei cittadini all’interno dei processi decisionali; in particolare, lavoriamo per accrescere l’accountability delle Contee rispetto all’erogazione di servizi pubblici a favore delle donne e delle comunità che vivono in condizioni di povertà ed esclusione. Supportiamo movimenti di donne per promuovere una rappresentanza femminile in seno agli organi decisionali delle Province, per fare lobby e migliorare l’accesso e il controllo della terra da parte delle donne.

Quest’anno abbiamo lavorato per concludere alcuni progetti idrici importanti: il progetto idrico Sogorosa ed il progetto idrico Kapecha. Il progetto a Sogorosa si rivolge ad una comunità composta da circa 1.750 famiglie, con una popolazione stimata di oltre 10.500 persone, mentre il progetto a Kapecha serve una popolazione di 13.100 persone, per un totale di 1.637 famiglie.

(Fonti)

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email