ūüć™ Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di pi√Ļ Clicca qui.

Dieci azioni contro la violenza di genere a scuola | ActionAid

Dieci azioni contro la violenza di genere a scuola

Il decalogo elaborato grazie al progetto Youth For Love in 4 paesi europei.

Violenza di genere nelle scuole

Negli anni dell’adolescenza, prevenire la violenza di genere è ancora una sfida aperta. Nonostante le indicazioni del Parlamento europeo, del Consiglio d’Europa, dell’Unesco e le numerose iniziative legislative intraprese in diversi Paesi dell’Unione europea per contrastare violenze e abusi, continuano a mancare strumenti e politiche specifiche per i giovani e le giovani.

Youth For Love

Con questa consapevolezza due anni fa è partito il progetto europeo Youth For Love, per sviluppare, implementare e valutare un programma educativo integrato nelle scuole superiori di quattro Paesi europei (Italia, Grecia, Belgio e Romania).  

“In questi anni abbiamo sviluppato percorsi di empowerment in linea con le indicazioni del MIUR che hanno guidato i ragazzi e le ragazze a decostruire gli stereotipi di genere e indagare le cause e conseguenze della violenza di genere e bullismo. 

Gli studenti¬†e le studentesse¬†nel corso del percorso sono diventati sempre pi√Ļ protagonisti trasformandosi in trainer di altri¬†e altre¬†adolescenti. Parallelamente,¬†il personale scolastico √® stato coinvolto in un percorso di formazione e co-progettazione¬†che ha rafforzato competenze e strumenti a disposizione degli istituti.¬†

La scuola √® il luogo principale di contrasto delle diseguaglianze educative e di promozione di una cultura non discriminatoria e inclusiva.¬†Richiamiamo perci√≤¬†le istituzioni locali e nazionali¬†a una maggiore responsabilit√† educativa e politica sul tema.‚Ä̬†dichiara¬†Maria Sole Piccioli,¬†responsabile del progetto Youth For Love¬†per¬†ActionAid.¬†¬†


‚ÄúGrazie a Youth¬†for¬†Love ho capito che una cosa non sempre √® come pensi che sia. Il progetto mi ha aperto molto di pi√Ļ la testa,¬†mi ha fatto crescere¬†e quello che ho imparato mi √® servito anche successivamente, soprattutto¬†nel¬†riconoscere¬†gli stereotipi.‚Ä̬†afferma¬†Martina,¬†studentessa¬†partecipante al progetto.¬†

Il lavoro promosso a livello europeo ha portato quasi 600 studenti, 160 docenti e 15 associazioni a elaborare raccomandazioni politiche rivolte a scuole, enti locali e Ministero dell’Istruzione. 

In Italia hanno contributo alla definizione delle azioni prioritarie Scosse, Unione degli Studenti, Maschile Plurale e MaBasta - Movimento Anti Bullismo, nonché Diana De Marchi, presidente della Commissione pari opportunità del Comune di Milano.  

Tra i partner italiani anche AFOL metropolitana:

‚ÄúGrazie a Youth for Love, nelle scuole abbiamo supportato la comunit√† educante (studenti, docenti, personale ATA, Dirigenti...) a implementare delle procedure interne di prevenzione e contrasto alla violenza di genere.‚Ä̬†afferma¬†Mara¬†Ghidorzi¬†responsabile del progetto Youth for Love per Afol Metropolitana.¬†¬†¬†

Il Decalogo

Il Decalogo elaborato a fine progetto contiene raccomandazioni per le scuole, per gli enti locali e per il Ministero dell’Istruzione.

Si va da procedure specifiche per prevenire e contrastare la violenza di genere nei regolamenti d’istituto a docenti referenti e spazi di confronto sul tema, da fondi adeguati e regolari per progetti educativi a investimenti nella formazione obbligatoria della classe docente sulle tematiche di genere.

Scopri le 10 azioni per prevenire e contrastare la violenza di genere a scuola.

Il webgame

Youth For Love ha previsto anche lo sviluppo di un webgame, disponibile in 4 lingue, per raggiungere virtualmente 2 milioni di giovani in Europa. Il game, gratuito e fruibile da browser, ha permesso e permette di immedesimarsi nei panni del prossimo e ‚Äúvivere‚ÄĚ 28 storie a bivi, per capire come le scelte di ciascuno di noi influiscano sugli altri.


In Italia √® stato realizzato da ActionAid in collaborazione con AFOL ‚Äď Agenzia Metropolitana per la formazione, l‚Äôorientamento e il lavoro, e ha coinvolto tre istituti superiori di Milano: l‚ÄôIIS G. Giorgi, il Liceo Elio Vittorini, il Centro di Formazione Professionale Paullo. A livello europeo il progetto ha coinvolto 13¬†Istituti d‚Äôistruzione superiore per un totale di¬†circa¬†1.200 studenti e studentesse, 160 tra educatori e personale scolastico, 2,5¬†milioni di giovani europei raggiunti dalla campagna di comunicazione e dal¬†webgame.¬†
photo credit: Francesca Cassaro

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email