🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Draghi a L’Aquila

"Nel PNRR assenza di trasparenza e partecipazione delle comunità ai progetti. Niente anche per la prevenzione dei rischi”.

“Vediamo con positività l’attenzione del Premier Draghi e del Governo sul capoluogo abruzzese e per la memoria delle vittime del sisma del 2009. Ricordiamo però che sarebbe importante essere al fianco dei familiari delle vittime tutti i giorni, dando seguito e supporto alle quattro proposte di legge (C. 1496C. 2020C. 2401) di iniziativa parlamentare in favore dei familiari delle persone decedute negli eventi sismici per garantire indennizzi e copertura delle spese. Proposte depositate da anni e che non hanno mai visto un vero avvio di iter parlamentare” commenta Katia Scannavini, Vice Segretaria Generale di ActionAid, ong impegnata da subito a supporto delle popolazioni colpite dai terremoti degli ultimi 12 anni in Italia e promotrice delle Linee Guida #SicuriPerDavvero.  

“Sono annunciate oggi nuove risorse che risultano fondamentali, ma finora al PNRR e ai suoi progetti non è stato applicato nessuno strumento di trasparenza, come richiesto da ActionAid insieme all’Osservatorio Civico sul PNRR. È necessario un sistema di rendicontazione pubblico, aperto, interoperabile di tutti gli investimenti legati al PNRR e al fondo Complementare per poter monitorare il loro utilizzo e rendere protagoniste le comunità colpite dai sismi e catastrofi. Non c’è traccia di partecipazione e coinvolgimento, i cittadini e le cittadine devono essere messe nelle condizioni di partecipare alla coprogettazione; ad oggi invece non ci sono dettagli né degli investimenti previsti dal PNRR né dalle risorse a valere sul bilancio dello Stato”. 

Grande assente del PNRR è inoltre la prevenzione sui territori, conclude Scannavini “Mancano ad oggi investimenti congrui sulla riduzione del rischio sismico (il modello superbonus non è garanzia di una strategia per la messa in sicurezza dell’edilizia residenziale privata) e le risorse per gli edifici pubblici non coprono i fabbisogni di un patrimonio edilizio costruito in larga parte prima delle normative antisismiche”. 


Per informazioni: 
Dipartimento Comunicazione ActionAid Italia  

Alice Grecchi +39.3395030480 – alice.grecchi@actionaid.org   
Paola Amicucci +39.3457549218 – paola.amicucci@actionaid.org
Daniela Biffi  daniela.biffi@actionaid.org - +39.3472613441  

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email