🍪 Policy

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti.

Se accetti di navigare in questo sito, acconsenti all’uso di tutti i cookie e, in particolare, per permetterci di usare cookie di profilazione per aggiornarti sulle nostre attività in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne di più Clicca qui.

Naomi | ActionAid

Naomi

Dalla lotta al bullismo ai sogni per il futuro.

Scuola di Teatro

Naomi, ha 13 anni, vive a Reggio Calabria con la mamma e i fratelli.

Quando era più piccola ha subito episodi di bullismo. Frequenta la scuola media B. Telesio, in un quartiere caratterizzato da mancanza di servizi e situazioni di disagio economico e sociale.

Naomi è una delle studentesse che  hanno partecipato alle attività di contrasto alla dispersione scolastica che abbiamo organizzato.

“Sono molto legata al mare della mia città, quando ero arrabbiata o molto stressata sceglievo di andare sulla spiaggia, e riuscivo a calmarmi a ritrovare un po’ di serenità. Mi identifico col mare, che deve seguire il vento, e io un po' come lui non posso fare tutto da sola, ho bisogno sempre di qualcuno. Nella mia vita c’è mia madre, il mio punto fermo. Vorrei essere come lei da grande perché è davvero una guerriera fantastica.”

Tra le varie attività Naomi si è appassionata al teatro.

Il percorso di teatro sociale è nato con l’obiettivo di stimolare la partecipazione e la proattività di studentesse e studenti nella loro comunità, sfruttando l’occasione per raccontare le storie del proprio quartiere, individuando punti di forza e problemi. È uno degli strumenti più efficaci di empowerment e le lezioni sono dei momenti catalizzatori di bisogni e interessi comuni.

Naomi si allena

“Ho capito che voglio fare l’attrice dopo che la prima volta che sono salita sul palco della scuola, ho sentito l’adrenalina, ho guardato il pubblico negli occhi e capito le loro sensazioni. Gli esercizi che il maestro di recitazione ci fa fare mi sembrano strani, ma ho capito che mi servono. Io adesso parlo a molte persone senza neanche aprire bocca, ma semplicemente guardandole negli occhi. Visto che sono stata bullizzata avevo addosso tantissime maschere, non riuscivo ad essere me stessa, adesso col teatro invece sono riuscita ad aprirmi e sono riuscita ad essere trasparente. Mi servirà molta forza. Ho tanti sogni da realizzare”.  

Per Naomi la scuola e l’attività teatrale sono stati lo strumento di scoprire le proprie potenzialità.

In contesti dove le occasioni di formazione sono scarse, la scuola si rivela ancora più fondamentale.

Sostieni la nostra azione di contrasto alla povertà educativa e alla dispersione scolastica.

In Italia lavoriamo in 4 plessi scolastici tra Bari, Reggio Calabria, Milano e Palermo, in aree caratterizzate da un tasso di abbandono scolastico ben al di sopra della media nazionale (13,1%).

Sostieni la nostra azione, dona ora al 45511.

Condividi sui social:

Segui il cambiamento
Lasciaci la tua email